I container della Maersk
navigano in cattive acque

Redazione Web
I container della Maersk navigano in cattive acque

La terza società danese, la Moeller Maersk, che gestisce la più grande azienda di trasporto container del mondo (cibo, moda e mobili in tutto il mondo), ha registrato utili nel primo trimestre ben al di sotto delle aspettative del mercato. I costi di Maersk stanno aumentando più velocemente delle sue entrate. Anche se l'azienda sta cercando di contenere le proprie spese, fattori come l'aumento del prezzo del petrolio hanno causato forti perdite e un 10% di sconto sul prezzo delle azioni. Maersk sta inoltre pianificando di abbandonare l'Iran per le tensioni geopolitiche che continuano a imperversare. Se i disaccordi tra le grandi nazioni commerciali continueranno a crescere, l’azienda prevede che il suo business probabilmente soffrirà le conseguenze.

I rischi geopolitici minacciano insomma la fragile ripresa del trasporto containerizzato che sembrava in corso, dopo un 2017 di relativa calma nella navigazione globale e un 2016 pessimo (con la coreana Hanjin Shipping della Corea del Sud fallita). Le crescenti minacce al commercio internazionale (come l'aumento delle tariffe) e l'espansione della capacità di carico dei trasportatori asiatici (una maggiore offerta può far scendere i prezzi delle spedizioni) potrebbero essere molto nocivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag