Grimaldi Group, 1 miliardo per venti navi ecologiche

Sergio Luciano
Grimaldi Group, 1 miliardo per venti navi ecologiche

"Le prospettive di occupazione in più nel nostro gruppo sono per mille marittimi e non più per 500". Lo dice l'amministratore delegato del gruppo Grimaldi, Emanuele Grimaldi, intervenendo alla conferenza stampa della due giorni organizzata da Alis a Sorrento per discutere di logistica e trasporto intermodale. E non basta: "Ieri – aggiunge - abbiamo firmato impegni per un miliardo di nuovi investimenti nella flotta!”.

Tre operazioni distinte, che convergono verso un ulteriore rinnovamento di una flotta già molto nuova. “Abbiamo firmato un contratto per la fornitura di 12 nuove navi di avanzatissima concezione e di grandissima sostenibilità ambientale - spiega l’armatore napoletano - che assieme alle 8 navi già in costruzione faranno 20 nuove navi per occupare 1000 persone". Sempre ieri, Grimaldi ha rilevato due navi Ttt Lines, per 50 milioni di euro, che impiegherà sulla rotta per Corfù, e non più sulla Catania-Napoli, con 50 marittimi sempre italiani, che prioritariamente saranno individuati tra quelli già oggi attivi sulle altre rosse se saranno disponibili a navigare tra Brindisi e Corfù: “Credo che il nostro contratto di secondo livello, mi dicono i sindacati, sia il più ricco d’Italia, quindi…”. “Qualora si creassero le condizioni che noi consideriamo ineludibili per operare da Napoli, al di là delle rendite di posizione, ci torneremmo, altrimenti restiamo da Salerno, dove abbiamo la rotta Salerno-Catania”:

Ma non basta. Quella del 26 aprile è stata una giornata straordinaria per il gruppo, perché l’autorità greca garante della concorrenza ha sbloccato l’acquisto di due navi speciali: un catamarano ultraveloce da 2000 passeggeri, il più grande del mondo, e la motonave Superfast 12.

Le dodici navi commissionate ieri disporranno di una serie di tecnologie avanzatissime, brevettate Grimaldi, con un grado di efficienza, produttività e sostenibilità del 100% superiore a qualsiasi nave in giro e del 400% meglio della media delle navi. “Queste nostre nuove navi saranno più efficienti di quelle a Gnl, che peraltro sono rischiose per le possibili nocive fughe di gas in fase di rifornimento. Ma anche se non ci fosse stata questa preoccupazione, comunque le mostre navi sono migliori, hanno motori modernissimi, elettronici, che hanno una migliore combustione, eliche speciali fatte su misura, hanno batterie potentissime, come 130 vetture Tesla, che si ricaricano grazie ai picchi di potenza, così quando si arriva in porto la nave funziona a emissioni zero. La nave stessa ha inoltre enormi marmitte catalitiche che riducono a 1/40 emissione zolfo, facendo reagire l’alcalinità del mare con lo zolfo per produrre gesso, che può essere poi o consegnato nei porti o lasciato in mare perché è a impatto zero.

Queste navi avranno inoltre anche i pannelli solari e riutilizzeranno le emissioni del gas di seconda intenzione. Anche questo vuol dire consumare di meno. Rispetto a una nave mia del ’98, queste hanno doppia capacità di carico, più velocità, e motori con meno cavalli…”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag