«Sulla nuova via della seta,
a noi italiani serve correre»

Angelo Curiosi
«Sulla nuova via della seta,  a noi italiani serve correre»

Parla Riccardo Fuochi, imprenditore della logistica e presidente del Propeller ClubsPort of Milan: «Ci sono grandi opportunità da cogliere»

«Diamoci da fare, Belt and Road – la nuova via della seta – può essere una straordinaria opportunità, ma dobbiamo coglierla»: ha idee molto precise in merito Riccardo Fuochi, imprenditore della Omlog international di Chiasso, presidente del Propeller ClubsPort of Milan e vicepresidente nazionale, opera da trent’anno con la Cina. E, pur consapevole della minaccia che l’iniziativa del governo di Pechino rappresenta per gli equilibri commerciali del mondo, la considera anche e soprattutto una grande chanche. Cosa c’è di rischioso,...

Economy Mag

Continua a leggere i tuoi articoli con

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag