Bending Spoons lancia tre nuove app su Android

Redazione Web
Bending Spoons lancia tre nuove app su Android

Luca Ferrari; Francesco Patarnello; Matteo Danieli; Luca Quarella e Tomasz Greber sono i cinque fondatori di questa startup che nell’arco del 2017 ha toccato quota 10 milioni di fatturato. Un anno dopo la nascita di Bending Spoons, i giovani talenti, allora under 30, decisero di spostarsi da Copenaghen a Milano, oggi loro sede principale, perché proprio l’Italia, secondo loro, è terreno fertile per questi professionisti. Il mese scorso si sono concluse le selezioni, indette dal publisher italo-danese, per partecipare alla seconda edizione di “First Ascent” a Copenaghen: il workshop che valorizza i talenti italiani in campo informatico.

Sono state centinaia le candidature ricevute e la selezione non è stata per niente facile, dato l’alto profilo di quasi tutti i ragazzi. Le chiavi del successo di Bending Spoons? Un sistema gerarchico piatto, dove ognuno ha compiti ben distinti ma tutti collaborano alla buona riuscita del prodotto; un modello di business basato sullo sviluppo di competenze orizzontali, che possono quindi essere reimpiegate in più app diversificate e, chiaramente, tanta passione, impegno e competenza. Oltre all’interesse verso i mercati orientali, Bending Spoons ambisce ad un grande traguardo: diventare i numeri uno al mondo nello sviluppo e nel marketing di app. Di futuro, questi professionisti ne parlano ogni giorno, dedicando proprio un 10% dell’orario lavorativo quotidiano ad approfondire e discutere nuove prospettive e progetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400