Per emergere nel Fintech
serve la bacchetta magica

Riccardo Venturi
Eer emergere nel Fintech serve la bacchetta magica

Digital Magics lancia il programma “Magic Wand”, l’incubatore per startup del fintech e assurtech che ha selezionato sei aziende che si sono assicurate 20mila euro di borsa. E ora via all’ultima fase...

La crescita del fintech a livello globale avviene a ritmi da bacchetta magica, in inglese Magic Wand. Si chiama così il primo programma italiano di accelerazione di startup fintech e assurtech lanciato da Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy”, insieme a partner del calibro di BNL Gruppo BNP Paribas, Credito Valtellinese, Ersel Investimenti, Innovation Center di Intesa Sanpaolo, Innogest, Poste Italiane, SellaLab, SisalPay, Società Reale Mutua di Assicurazioni e UBI Banca. Magic Wand ha...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400