Alle startup italiane manca
un po’ di voglia di rischiare

Marco Scotti

Simone Offredo e Francesco Scrufari hanno saputo prendere il meglio dall’Italia e dai paesi anglosassoni, costruendo un piccolo “impero”. Ma le difficoltà per chi vuole innovare in Italia rimangono moltissime

Fare startup, innovare, essere imprenditori di se stessi. Tutte parole molto belle ma che nel tessuto economico italiano rischiano di avere ben poco peso. Quello che manca nel nostro paese, infatti, è la propensione al rischio e, perché no, perfino al fallimento. Secondo dati aggiornati a gennaio 2017, il 92% delle startup tecnologiche della Silicon Valley fallisce. E nei nove mesi del 2017 sono aumentate le aziende che hanno chiuso. Ma attenzione, non si parla di piccole realtà che non...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400