MyWoWo, l’arte del mondo in una app

Redazione Cognome
shutterstock_524194510

«Ci sono grandi aspettative attorno a MyWoWo - precisa Stratos Baschenis, CEO & Founder dell'azienda –. Se viaggiare negli ultimi anni si è rivelato alla portata di tutti, allora lo deve essere anche il conoscere ciò che ci circonda, in modo semplice e divertente». Ma guai a definire MyWoWo una semplice Audioguida: «abbiamo voluto superare questo concetto, e addentrarci al 100% nei bisogni di chi, spostandosi per vacanza o per lavoro, sente la necessità di conoscere ed ascoltare, anche solo in pillole ciò che lo circonda ed incuriosisce».

«Il 2018 preannuncia grandi novità – rivela Baschenis – sia in tema di contenuti, che di user experience». Da un lato infatti ci sarà l’aggiunta di numerose ulteriori città internazionali per conferire un respiro sempre più cosmopolita e worldwide all’App, già, perché arriveranno Washington, New York, Miami, Dubai, Amsterdam, Hong Kong, Seoul, Tokio, Singapore, Atene, Praga, Berlino, Bergamo, Palermo, Lecce, Assisi, Trento e Verona), dall’altro un nuovo restyling dell’App fornirà nuovi servizi e funzioni utili per l’utente.

«Aggiungeremo – conclude Baschenis altre funzioni all’App dando la possibilità agli utenti di poter postare foto e commenti sulle meraviglie del mondo che visiteranno o che abitano, eh sì, senza limiti come dicevamo prima, anche delle località meno conosciute al pubblico ma che meritano di essere raccontate. Inseriremo una sezione ludica abbinata alle città che raccontiamo ed infine forniremo la possibilità di prenotare biglietti di musei, teatri e quant’altro il viaggiatore voglia vedere senza dover effettuare code presso biglietterie tradizionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag