L’ombrellone è hi-tech con la startup Safesolution

La start up lancia due dispositivi che cambieranno il nostro di stare in spiaggia

Redazione Web
L’ombrellone è hi-tech con la startup Safesolution

L’idea in realtà nasce da una necessità, come spiega Filippo Gigliotti, ex consulente informatico e socio fondatore della startup partita nel 2013. “Ero in spiaggia solo con il mio cane. Mi sono tuffato in acqua, tenendo continuamente sott’occhio l’ombrellone, come accade a tutti. Mi son detto che così non si poteva andare avanti e quella necessità l’ho trasformata in idea. Ho preso un block notes, una matita e ho disegnato il primo prototipo di Safebeach. Ha avuto inizio così questa avventura”.

Dopo l’idea, il brevetto ottenuto nel 2015 e da quel momento il sogno ha iniziato a prendere le forme di un business. Incubata per un periodo al Polihub, l’acceleratore d’impresa del Politecnico di Milano, l’idea è stata poi vincitrice del contest Start Cup Bergamo. Sempre nello stesso anno il progetto Safebeach è stato protagonista del reality Shark Tank andato in onda su Italia Uno, dedicato alle giovani startup in cerca di un supporto finanziario. L’idea è stata apprezzata tanto dai giudici del programma, ma le offerte non sono state all’altezza delle aspettative.

Nel 2017 Annalisa Ventura è entrata a far parte della Safesolution come socia e prima investitrice, coprendo la quota totale per la realizzazione fisica dei pezzi. Nel 2018 sono stati realizzati i primi prototipi di Safebeach e installati in tutte le spiagge d’Italia, mentre la società si è ingrandita con l’acquisizione di altri 5 soci. 

Il primo lido in cui è stato montato Safebeach è stato il bagno Anna 199 a Cervia. A seguire poi Rimini, Jesolo, Martin Sicuro, Gallipoli, Sassari e Loano. L’anno zero si è concluso con un grandissimo successo di riuscita del 99% su tutti i prototipi installati nelle spiagge d’Italia. Ma la chiave del successo è saper ascoltare ed essere capaci di innovarsi. Infatti, dai primi test svolti sul campo, Filippo ha compreso un’altra cosa molto importante: che al mare il cellulare resta l’accessorio più importante. Così agli inizi del 2019 nasce ufficialmente Solarella, il secondo prodotto della starup. Secondo i dati stimati dalla camera di commercio, in Italia ci sono ben 25.000 concessioni demaniali dislocate su un totale di 7.400 km di spiaggia per 4 milioni di ombrelloni. L’obiettivo della giovane start up per il 2019 sarà quello di raggiungere nel brevissimo tempo almeno il 10% dei lidi di tutta Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400