Fondirigenti: ruolo dei millennial fondamentale per le imprese

È questo uno degli elementi chiave emersi nel confronto fra giovani e imprese in occasione di “Diventiamo Futuro”

Redazione Web
giovani

Quale contributo possono fornire i millenial per la competitività delle imprese e del sistema-Paese? Per celebrare il proprio ventennale, Fondirigenti G. Taliercio ha voluto iniziare proprio con un job speed date fra circa 100 giovani tra neolaureati e diplomati master grandi aziende italiane l’evento “Diventiamo futuro”, in corso alle Officine Farneto di Roma, prima di affrontare il tema di industria 4.0 in ottica formativa, con manager, imprenditori ed esperti. Dal job speed date, un breve colloquio individuale, i giovani più meritevoli hanno ricevuto occasioni formative da fruire presso le stesse imprese. Le modalità di ingaggio dei giovani sono state definite autonomamente dall’azienda offerente sulla base delle singole disponibilità ed esigenze. Le imprese che hanno aderito all’iniziativa sono state Angelantoni, Argiolas, ARST, Bauli, Brioni, Bus Company, Cad-It, Coca-Cola, Dallara, Electrolux, Grom, Humanitas, Kohler, Lagardère Food Service, Lavazza, L'Oreal, Lotto, Marazzi, Menarini, Orco, Pattern Roscini, Prima Industrie e Procter & Gamble.

“Abbiamo voluto organizzare questo importante momento di confronto tra laureati di talento e manager affermati di aziende di primo livello per contribuire a formare la prossima classe dirigente. nell’ambito dell’evento per i venti anni della nostra fondazione”, ha dichiarato Costanza Patti, Direttore Generale di Fondirigenti. “Oggi il ruolo dei millennial è assolutamente centrale per lo sviluppo e il successo delle nostre imprese. I giovani governeranno e gestiranno la rivoluzione portata dalla digitalizzazione, che sta impattando su tutti i settori dell’economia. In linea con questo principio, anche i nuovi percorsi formativi devono tenere in considerazione le reali esigenze delle aziende, poiché servono competenze in termini di gestione dei big data, cybersecurity, IOT, marketing digitale, blockchain e tutti i sistemi di automazione dei processi. I giovani si sono mostrati consapevoli, determinati e molto capaci e i 30 migliori sono stati selezionati per un’occasione formativa di stage e job shadowing”. 

L’iniziativa – cui ha fatto seguito la sessione pomeridiana con gli interventi, tra gli altri, dei presidenti di Confindustria Vincenzo Boccia, di Federmanager Stefano Cuzzilla e di Fondirigenti Carlo Poledrini – ha coinvolto laureati e diplomati a master appartenenti alle facoltà di Economia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Ingegneria Gestionale e Ingegneria Meccanica. La selezione dei giovani è avvenuta in stretto coordinamento con gli uffici placement delle Università LUISS, LIUC, La Sapienza e Tor Vergata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400