Gefran, il segreto è la ricerca

Redazione Web
Stabilimento Gefran Italia

Nata oltre 40 anni fa, Gefran è un’eccellenza nel mondo

Alberto Bartoli, l’amministratore delegato di Gefran, ha una sua visione anche sull’Industry 4.0, la nuova frontiera della manifattura continentale. “L’Industry 4.0 ha come obiettivo di fondo il rilancio della manifattura europea, sottoposta a grandi pressioni cinesi. I due paesi principali sono Italia e Germania, la Francia non ha una manifattura così frazionata, ha grandi conglomerati ma non ha una manifattura diffusa come abbiamo noi e i tedeschi. Per quanto riguarda i fondi allocati da qui al 2030, c’è chi può permettersi di programmare grandi investimenti, come i tedeschi e chi, come noi, semplicemente non può. Almeno a voler dare una lettura benevola. L’Industry 4.0 dovrebbe dare maggiore qualità, con un’automazione più spinta, macchine interconnesse, aumento della velocità di produzione. Produrre meglio, creando una catena con i clienti e i fornitori per avere tutto più connesso, per aumentare la velocità del lavoro, che sta cambiando. Anche dal punto di vista del lavoro le cose stanno cambiando velocemente: in fabbrica gli operai dovranno controllare come funzionano le macchine, ci sarà bisogno di una formazione maggiore, non ci saranno più dei meri esecutori. Una gran parte delle risorse che la Germania ha destinato è per la formazione, che è una formazione variata a seconda dell’età. I giovani nativi digitali hanno conoscenze innate, la Germania ha fatto formazione anche per le persone di una certa età”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400