in collaborazione con GFC

Un network per accelerare
il business-canapa in Europa

Tecnologia, assistenza legale, competenze di marketing, contatti con investitori e persino un premio in denaro: è l'offerta alle startup di Growers for Change, il primo acceleratore "green" europeo

Redazione Web
Un network per accelerareil business-canapa in Europa

Fare del mondo un posto più green. Come? Sostenendo imprenditorialità, brevetti, startup impegnate sul fronte della canapa. Growers For Change è il primo acceleratore di startup Green con focus Cannabis in Europa. Fondato da Andrea Batticani, imprenditore seriale, fondatore MamaMary, alumni Luiss, ex-Google e già Cfo di Maccelerator a Los Angeles, assieme a una cordata di imprenditori Americani, Growers For Change investe in startup che mettono al centro del loro modello di business la green economy e la sostenibilità. «Credendo nelle potenzialità di cooperazione e collaborazione, la nostra mission è quella di salvare il Pianeta dal cambiamento climatico, attraverso lo sviluppo di startup innovative che utilizzano la Cannabis e altre piante, in combinazione con innovazione e tecnologia, con l’obiettivo di creare modelli economici sostenibili che preservino il futuro dell’ambiente. Il nostro lavoro si avvale spesso dell’aiuto di altri player fondamentali, come comunità metropolitane, organizzazioni no-profit, istituzioni, fondi di investimento e aziende che condividono la nostra visione e i nostri valori».

Perché proprio la canapa? Perché oltre ad essere una risorsa naturale, medica e sociale come nessun’altra presente sulla Terra, risulta essere uno dei mercati che ha fatto registrare la crescita maggiore negli ultimi anni.

Quando agricoltura e  innovazione operano in maniera armoniosa, il risultato è un’economia diversa, che noi definiamo circolare, in grado cioè di creare valore per tutti, senza andare a scapito di nessuno, spiega Batticani: «E se si pensa ai numerosissimi utilizzi che la canapa può avere per l’ambiente (produzione di bioplastica, carta, cordame, tessuti, bioedilizia, fitorisanamento di terreni inquinati e molto altro), la nostra soluzione è facile: più piante, meno inquinamento. La nostra missione sarà quella di rendere tutto questo più fruibile, diffuso ed equo, offrendo un’alternativa socio-economica laterale e fluida.

Fedeli alle nostre idee, i nostri spazi sono stati costruiti da materiali di scarto ed ecologici, facendo immergere i coworkers in un habitat “rigoglioso”». 

«In linea con la nostra mission, vogliamo creare un network positivo fatto di tecnologia, know how e cuori pulsanti», continua Batticani. «Abbiamo così deciso di avviare il primo programma di accelerazione già da Gennaio 2020, premiando le migliori startup eco-innovative, con 25mila euro, fornendogli loro gli strumenti, economici e non, per poter aver successo nel mercato di riferimento e puntare alla scalabilità. Cerchiamo investitori e partners con vision ampie che vogliano assieme a noi puntare su questo settore e rivoluzionare il mondo con noi». 

All’interno del network ci sono realtà di spessore, sia per lo specifico mercato della Cannabis, tra questi Greenhouse Seeds, Bac, Cali Terpenes, OGeez Barcelona e molti altri, sia istituzioni di rilievo come Luiss e M Accelerator. 

«Stiamo cercando le Startup Green più dirompenti in Europa. Il nostro focus è su Media, Tecnologia, Brevetti, Gaming e Biotecnologie legate alla Cannabis e al Cbd. Collaboriamo con le migliori aziende di cannabis del mondo per far crescere le startup in modo rapido e internazionale. Offriamo alle nostre startup assistenza legale, di marketing, contatti con investitori e molto altro». Il vincitore del programma riceverà un investimento di 25mila euro in cambio di azioni della società e un tour in uno dei principali paesi in cui la cannabis è legale come ad esempio California, Colorado, Canada, Spagna, Olanda.


Contatti per investitori: info@420group.it
Contatti per startup:
info@growersforchange.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400