Il sogno infranto
dell'ultimo Kennedy

Joseph Kennedy III, 39 anni, nipote di Bob e pronipote di JFK, è il primo Kennedy della storia ad aver perso le primarie democratiche per un seggio al Senato nello Stato del Massachusetts

Maddalena Bonaccorso
Il sogno infrantodell'ultimo Kennedy

Joseph Kennedy III, 39 anni, nipote di Bob e pronipote di JFK, è il primo Kennedy della storia ad aver perso le primarie democratiche per un seggio al Senato nello Stato del Massachusetts.

Un primato non certo positivo per il giovane candidato, rappresentante della quarta generazione della dinastia Kennedy, sconfitto dal 73enne Edward Markey: quest’ultimo, senatore uscente che è rimasto ben saldo sullo scranno della Camera per 37 anni e dal 2013 siede in Senato. Ora, forte del consenso ottenuto sul campo continuerà il suo percorso in politica, nella corrente della sinistra progressista, a dispetto di quella che è ancora una delle dinastie più importanti degli Stati Uniti.

I Kennedy, appunto: proprio in Joseph III erano riposte le speranze della famiglia di origini irlandesi che ha fatto la storia degli Stati Uniti, e proprio il seggio al Senato –per il quale l’erede della dinastia non potrà correre- avrebbe potuto essere il suo trampolino di lancio verso le elezioni presidenziali del 2024.

Un tradimento -del Massachusetts nei confronti dei Kennedy- che non si era mai verificato: il giovane Kennedy, che nel 2012 era stato eletto alla Camera, ha perso con una percentuale del 46.5% contro il 53,5% dell’avversario, vedendosi sconfitto con percentuali massicce proprio nel suo distretto, nei sobborghi di Boston, nelle città universitarie dell’ovest del Massachusetts e persino nella città dove vive, Newton nella contea di Middlesex.

Inoltre, avendo optato di correre al ballottaggio per il seggio al Senato non potrà adesso candidarsi per riconfermare quello alla Camera.

Il prossimo Congresso non avrà quindi tra gli eletti alcun esponente dei Kennedy, interrompendo una serie positiva che andava avanti dal 1947, con un solo “vuoto” di due anni: quando il troppo giovane Ted, all’entrata alla Casa Bianca del fratello John Fitzgerald, aveva ceduto il posto a un sostituto non appartenente alla famiglia.

Nella corsa al Senato, il vincitore delle primarie democratiche Markey è peraltro dato per super favorito, contro lo sfidante repubblicano: non solo per il suo programma anti-establishment e fortemente orientato alle politiche “green” molto apprezzato nel fiorente stato a nord di New York, ma anche per il sostegno di Elisabeth Warren e Alexandra Ocasio-Cortes. Nello stato del Massachusetts, inoltre, negli ultimi 50 anni solo due volte si è registrata la vittoria dei repubblicani a scapito dei democratici.

Con i suoi quasi 7 milioni di abitanti, lo Stato si estende dall’estremità di Cape Cod fino alla zona collinare di Berkshire hills ed è uno dei più ricchi degli Stati Uniti: ha il 6° PIL pro capite più alto della nazione, e una delle maggiori concentrazioni di aziende che si occupano di ricerca in campo tecnologico e scientifico. Da sempre è la roccaforte dei Kennedy, che hanno fatto delle bellissime località di mare di Martha’s Vineyard, Nantucket e Cape Cod le mete balneari e mondane più desiderate dal jet-set americano (e non solo).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400