Il ponte San Giorgio si rinforza
col grafene e diventa un cartoon

BeDimensional, spin off dell’Istituto Italiano di Tecnologia, incontra Fincantieri Infrastrutture. E celebra il ponte con un disegno animato

Redazione Web

La tragedia del ponte e la missione di promuovere l'innovazione nella sicurezza ha portato ad un primo incontro tra Fincantieri Infrastrutture e BeDimensional. L’azienda genovese ha infatti sviluppato un’attività di sperimentazione capace di produrre dei rivestimenti anticorrosivi per metalli che sfruttano le proprietà dei cristalli bidimensionali. E sembra quindi promettere alle vernici ed ai rivestimenti protettivi attualmente in uso  delle performance superiori in termini di conducibilità termica, elettrica, soprattutto di effetto barriera, anticorrosione, solo per citarne alcune. Un sostanziale miglioramento della qualità dei materiali sul versante dell’anticorrosione e quindi dell’ anti-invecchiamento sfruttabile per le nuove infrastrutture, e dunque promettente per le attività di Fincantieri infrastrutture e uno step in direzione della sostenibilità.

Non solo: a due giovani artisti genovesi (Carola Zerbone, illustratrice, ma non solo http://www.carolazerbone.it/ e Filippo Odone, motion designer   https://www.filippoodone.com/ , un suo video è ora a NY., in Times Square) BeDimensional, spin off dell’Istituto Italiano di Tecnologia (https://www.iit.it/), ha commissionato un cartoon – Grapheland - della durata di 3 min circa, dedicato al grafene, il materiale delle meraviglie, che BeDimensional industrializza.

L’uscita del cartoon è più che simbolica: BeDimensional è ubicata nella valle dell’ex ponte Morandi ed intende, anche così, dare un tributo alla città che la ospita, al dolore che la ha ferita, ad una nuova speranza che nel video animato viene espressa con un claim significativo che saluta il ponte San Giorgio: “BeDimensional for Genoa/ bridging the future”.


Fare della Val Polcevera una valle dell’innovazione e del futuro, nella sostenibilità, è parte dell’impegno di BeDimensional e di Pellan Italia (https://www.pellanitalia.it/), il gruppo di imprese che ha creduto nel grafene di BeDimensional investendo nel 2019, con la sua Presidente, Carlotta Pignatti Costamagna, 18 ml di Eu (terzo investimento italiano assoluto in una start up).


New next, il regno della sostenibilità. Il cartoon ha un intento principalmente didattico, una struttura narrativa semplice: tutto inizia con un'immagine del ponte San Giorgio,poi la camera zoomma su di un interno casa (all'esterno sventola una bandiera di Genova) e da qui comincia la storia del grafene. Un professore-scienziato ne illustra la scoperta e le applicazioni in una trasmissione tv.  Tra i suoi telespettatori un cagnolino, un mastino francese di nome Bluri (da qui il sottotitolo del cartoon, Bluri's dream) che si addormenta nel racconto e comincia a sognare. Bluri ha una coperta (forse di Linus?) con un disegno a esagoni che richiama la struttura del grafene... Il sogno fa della coperta un mantello che porta Bluri incontro a Graphiman: un super-eroe che illustra a Bluri le meraviglie del suo "nuovo mondo"  Grapheland e le tante applicazioni del grafene, dai pannelli solari, all’impianto per desalinizzare l’acqua fino alle batterie....qui il sogno si interrompe e Bluri si risveglia accanto alla sua padroncina con una promessa di nuovi valori. Il new next potrebbe finalmente diventare il regno della sostenibilità.

CAMBIA IL FUTURO CHE CAMBIA

Uscita da una prima fase pionieristica, BeDimensional (https://www.bedimensional.com/partner/), spin-off dell’Istituto Italiano di Tecnologia, ha completato una forte strutturazione del suo comparto R&D e insieme compiuto il passaggio decisivo verso una cultura di impresa capace di governare l’impatto con le loro innovative applicazioni. Vittorio Pellegrini, Francesco Bonaccorso, i due affermati studiosi che avevano dato vita a questa start up innovativa ed alla sua fase di incubazione (2016), con il successivo ingresso del più giovane Andrea Gamucci, concludono un processo di industrializzazione iniziato nel 2018 con l’ingresso societario del Gruppo Camponovo e finalizzato, a inizio 2019, con l’arrivo di Pellan Italia.

Questo doppio binario, ricerca-industria, rappresenta il tratto originale, il marchio della qualità del prodotto e un punto di leva per la giovane impresa che, con l’ingresso di Pellan Italia (2019, terzo investimento italiano in una start up) entra a far parte di un raggruppamento di aziende caratterizzato da una forte propensione all’innovazione nella sostenibilità. All’insegna del SustainItaly, BeDimensional diviene partecipe e protagonista di quell’interazione virtuosa – di processo e di prodotto – che rappresenta il costume di casa delle industrie Pellan Italia. Nell’aprile di quest’anno si realizza il definitivo trasferimento in BeDimensional di ricercatori e attività avviate in IIT: trova così compimento la prima parte di un progetto la cui missione consisteva nel portare a maturazione la ricerca, pronta ora per lo sfruttamento industriale.

BeDimensional, salde radici nel progetto europeo Graphene Flagship ( http://graphene-flagship.eu/), rappresenta un orgoglio della ricerca italiana e un’avanguardia dell’industria nazionale dei nuovi materiali. Il lavoro e l’impegno di BeDimensional conoscono, giorno dopo giorno, un destino ed una responsabilità comuni verso un futuro che cambia. E che BeDim intende cambiare per contribuire, con la ricerca, con nuovi materiali e nuovi prodotti, a costruire all’insegna degli obiettivi indicati dall’agenda ONU 2030.

Produrre Grafene e altri cristalli bidimensionali su scala industriale mantenendo un alto standard qualitativo del prodotto e offrire soluzioni uniche e personalizzate per migliorare e innovare le performance dei prodotti dei nostri clienti, modificando la materia attraverso l’utilizzo dei nostri cristalli bidimensionali e l’applicazione del nostro know-how con metodo scientifico. La missione è ambiziosa: concepire e sviluppare materiali rivoluzionari per migliorare gli oggetti di uso quotidiano. In questo ambito si inseriscono processi innovativi come quello della produzione degli inchiostri che rende l’uso dei materiali bi-dimensionali più facile nei processi produttivi esistenti. La formulazione in fase liquida, inoltre, permette di miscelare i cristalli bi-dimensionali con altri materiali e creare componenti dalle funzionalità innovative, facendoli diventare “super-oggetti”.

BeDimensional ha siglato un accordo di convenzione spazi/attrezzature e un contratto di licenza esclusiva di alcuni brevetti con IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) , tra cui quello sulla produzione industriale di grafene e degli altri cristalli bidimensionali.

La società ha lo scopo di individuare soluzioni ad hoc per le imprese e si dedica alla produzione e allo sviluppo di nuovi materiali per l’industria manifatturiera e l’energia tramite l’introduzione di cristalli 2D di nuova concezione. Questo è possibile grazie ad un percorso di collaborazione crescente sviluppato con il mondo delle imprese, radicate sia sul territorio nazionale ed internazionale, che ha portato all’implementazione di diverse soluzioni per la commercializzazione.

"Abbiamo creduto nell'industrializzazione del grafene, il materiale delle meraviglie", spiega Alessandro Morini, Presidente di BeDimensional. "E abbiamo creduto in Genova e nella sua ripresa. La valle del ponte ospitava già l'Istituto Italiano di Tecnologia: un investimento pubblico che coinvolge centinaia di ricercatori da ogni parte del mondo. E BeDimensional è un suo spin off. Pellan Italia, un gruppo lombardo di imprese diversificate (dai tessuti bio al riso bio, ai macchinari industriali) ha investito in BeDimensional 18 ml di Eu nel 2019, il terzo investimento italiano in una start up. Non credo si potesse dare  una migliore dimostrazione di fiducia nella ripresa della città e del suo futuro"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400