Il Coronavirus fa decollare la Cig: ad aprile richieste su del 6.000%

Autorizzate 772,3 milioni di ore di Cig in un mese. In tutto il 2009 furono poco più di 900 milioni

Marco Scotti
Covid: 3,4 milioni di famiglie hanno perso più del 50% del reddito

Un nuovo drammatico dato permette di comprendere ancora meglio che cosa significhi il Coronavirus per l'economia: ad aprile, mese passato quasi per intero in regime di lockdown, l'Inps ha autorizzato 772,3 milioni di ore di cig, considerando soltanto quelle legate all'emergenza sanitaria. Un disastro comprensibile ancora meglio se si pensa che nei primi tre mesi erano state autorizzate, complessivamente, 62 milioni.

L'Istituto spiega che "l'entità di tale numero è così elevata che non risulta comparabile con la misura delle autorizzazioni effettuate nei primi mesi del 2020, ma piuttosto con il totale delle ore annue autorizzate nel periodo di crisi che va dal 2009 al 2014: per tutto il 2009, primo anno della grande crisi economico-finanziaria, furono infatti autorizzate 916,1 milioni di ore".

E se ancora non basta, il confronto con i mesi tra gennaio e marzo è ancora più incredibile. Nel trimestre, infatti, il saldo delle ore si aggirava tra 10 e 13 milioni al mese. Con aprile si è materializzato un balzo del 6mila per cento, e la cassa in deroga è schizzata da 2 mila a 46 milioni di ore complessive. Tre i settori maggiormente colpiti: "costruzioni" con 134,3 milioni di ore, "fabbricazione di macchine e apparecchi meccanici ed elettrici" con 133,3 milioni di ore, "metallurgico" con 130,0 milioni di ore; seguono con un elevato numero di ore i settori "tessile e abbigliamento" con 43,1 milioni di ore e "legno" con 40,2 milioni di ore. Questi cinque settori in termini di ore autorizzate assorbono il 68% delle autorizzazioni del mese di aprile".

Se si guarda alla cassa in deroga, invece, a patire di più sono stati commercio" con 16 milioni di ore e "alberghi e ristoranti" con 12,2 milioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400