Logistica nel largo consumo, un mondo in trasformazione. Sostenibile

Redazione Web
Logistica nel largo consumo, un mondo in trasformazione. Sostenibile

Da un lato, la ricerca di una risposta efficace e funzionale a un contesto, quello della logistica nel largo consumo, sempre più complesso, dall'altro l'impegno a migliorare la sostenibilità. Per coniugare queste due esigenze le imprese investono per ottimizzare la filiera, come rivela la ricerca di GS1 Italy sulla 'Mappatura dei flussi logistici nel settore del largo consumo in Italia', condotta in collaborazione con il Politecnico di Milano e con l'Università Cattaneo Liuc, che analizza l'evoluzione della supply chain dal 2009 a oggi, anche in termini di sostenibilità ambientale. Quel che emerge dalla ricerca è che la logistica nel largo consumo ha subito una profonda trasformazione nell'ultimo decennio, con un articolato percorso di riprogettazione delle operation, che sta già dando i suoi primi risultati in termini di efficienza, servizio e

sostenibilità. Il mondo della logistica è insomma un cantiere aperto dove si applicano

soluzioni e innovazioni finalizzate a migliorare l'efficienza della supply chain, che la stanno rendendo anche più 'green'. Dall'analisi è emerso che nel 2018 questa filiera ha movimentato oltre 3,2 miliardi di colli, per un totale di circa 18 milioni di tonnellate di merce trasportata a partire da 68 milioni di pallet prodotti. Le aziende hanno lavorato su più fronti per migliorare l'impatto ambientale della supply chain: hanno ridotto del 18% le emissioni degli automezzi nei trasporti dagli stabilimenti ai Ce.Di, hanno aumentato di +49% il ricorso alle unità di carico intere e del 19% la saturazione dei mezzi, e hanno accresciuto del 12% il ricorso ai bilici. Ottenendo un risultato concreto: il risparmio di 97mila tonnellate di Co2 l'anno. Inoltre, la miglior gestione dei flussi, con l'aumento della saturazione dei mezzi dovuta all'incremento medio dell'order size, e con il maggior utilizzo di bilici diretti nei centri di distribuzione (75% contro il 67% del 2009), ha fatto segnare un altro importante risultato: 450.000 viaggi

equivalenti in meno rispetto al 2009. «I risultati di quest'importante studio» ha affermato il ceo di GS1 Italy, Bruno Aceto», confutano tante fake news che circolano sulla logistica e dimostrano che l'aumento dell'efficienza della supply chain comporta effetti molto positivi, perché non solo riduce i costi, ma taglia anche l'impatto ambientale del trasporto delle merci di largo consumo. Abbiamo voluto aggiornare la fotografia della filiera del largo consumo scattata da un punto di vista logistico, per contribuire alla costruzione di una conoscenza condivisa, solida e analitica della logistica del settore da cui partire per promuovere nuove iniziative di ottimizzazione della filiera". La 'Mappatura dei flussi logistici nel settore del largo consumo in Italia' di GS1 Italy è frutto di un progetto durato nove mesi, svolto da un team universitario che ha condotto oltre 60 interviste dirette a operatori della logistica e a imprese di produzione e distribuzione,

ed effettuato 1.000 rilevazioni in banchina presso i centri distributivi della Gdo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400