Ulixes Capital Partner entra in Execus

La società partner di Linkedin ha avviato il crowdfunding equity su Mamacrowd

Redazione Web
A supporto delle imprese con LinkedIn: Execus sbarca su Mamacrowd

Ulixes Capital Partner entra nel capitale di Execus, la società partner di Linkedin che ha avviato la campagna di crowdfunding equity con Mamacrowd, tutt'ora in corso.
 
Execus è una delle tre società al mondo LinkedIn “approved training partner” che aiuta le aziende a potenziare le vendite, ad accelerare il business e a trovare nuovi clienti con il social professionale.
 
E' presente in maniera diretta in Italia, Spagna e Svizzera e mira ad espandersi a livello internazionale e attraverso partnership in altri 10 Paesi tra cui l’Austria, i paesi del Baltico e dell’area Balcanica ed in Francia.  Per questo Execus avvia una raccolta di capitali su Mamacrowd, la piattaforma italiana di equity crowdfunding, parte del network SiamoSoci: fino al 20 gennaio 2020 sarà possibile investire nel progetto di Execus e diventarne soci a tutti gli effetti, grazie ad un processo facile, completamente online e vigilato dalla Consob.
 
Ulixes Capital Partners è una holding di partecipazione fondata da specialisti dei settori banking & finance, legale, del venture capital e del management, che opera investimenti mirati in startup e PMI innovative italiane tramite SPV (Special Purpose Vehicle) costituiti ad hoc per i target di riferimento selezionati. Si pone a metà tra un fondo d'investimento e un business angel. 
 
“Abbiamo deciso di partecipare al capitale di Execus perché il progetto ci ha convinto - dice Andrea Bonabello, CEO di Ulixes Capital Partner - in quanto ha un team capace e competente con professionalità diversificate che spaziano dalla finanza al management. Inoltre la società ha già un respiro internazionale e userà le risorse del crowdfunding per ampliare la rete commerciale e la presenza sui mercati internazionali”.
 
Execus, oltre ad avere come clienti grandi multinazionali quali Microsoft e Mail Boxes ETC, ha iniziato ad operare anche nel settore delle PMI. La sua mission è infatti offrire, alle imprese e ai professionisti, programmi formativi e progetti di consulenza e servizi per il B2B che permettono di accelerare il processo di vendita e d’internazionalizzazione.
 
“Ci sono poche società – dice Bonabello – che dopo poco tempo dalla fondazione possono vantare un ebitda positivo ed inoltre gli investitori del crowdfunding prediligono le società che hanno una valutazione di qualche milione di euro, in quanto la media degli investimenti si aggira sui 2.500 Euro. Sono caratteristiche che Execus possiede e che ci hanno spinto ad entrare nel capitale”.
 
Il modello di business, oltre alla formazione in aula dove esistono accordi con associazioni di categoria come Confindustria, Confartigianato, CNA e Anpi, prevede anche la fruizione di corsi e contenuti attraverso una piattaforma e-learning per la distribuzione di contenuti proprietari oltre ai webinar.
 
Da un test su 300 programmi applicati ad aziende, il 38% di queste hanno dichiarato che hanno avuto aumenti, in misura importante, nelle vendite: “ Si tratta di un riscontro che abbiamo anche dalle Associazioni di aziende e professionisti con le quali lavoriamo – dice Gianni Adamoli, COO di Execus – Un successo che nasce dall’utilizzo di programmi come Social Selling abbinato alla piattaforma del social”.
 
“Oltre il 70% dei fondi verrà usato per lo sviluppo dell'internazionalizzazione – dice Andrea Stecconi, CEO di Execus - circa il 20% per l'inserimento di nuove risorse in azienda e l'ultima parte per marketing, investimenti in tecnologie e l'upgrade della piattaforma Execus.
 
Con l’intenzione di crescere, Execus è sbarcata ora con una raccolta di capitali su Mamacrowd, la piattaforma italiana di equity crowdfunding, parte del network SiamoSoci: fino al 20 gennaio 2020 sarà possibile investire nel progetto di Execus e diventarne soci a tutti gli effetti, grazie ad un processo facile, completamente online e vigilato Consob.
La campagna con Mamacrowd ha lo scopo di raccogliere fondi per velocizzare il processo di crescita e sviluppo, sia nei mercati dove Execus è già presente, sia nei mercati non ancora presidiati. Execus ha avviato già nel 2018 il processo di internazionalizzazione in diverse nazioni, processo che sta proseguendo e proseguirà anche nel 2019-2020, in aree quali la Francia, Germania, Austria, paesi baltici e altri paesi europei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400