Energia, consumatori d’accordo:
più tempo per il “libero mercato”

Redazione Web
Energia, consumatori d’accordo: più tempo per il “libero mercato”

Il Codacons si schiera a favore del ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, che ha chiesto più tempo per l’uscita dal mercato tutelato di luce e gas.

“Siamo pienamente d’accordo sull’esigenza di posticipare la fine del mercato a maggior tutela, perché al momento sull’operazione regna grande preoccupazione da parte dei consumatori e una scarsa informazione che rischia di avvantaggiare unicamente i gestori dell’energia – spiega il presidente Carlo Rienzi - Gli utenti sono assolutamente impreparati a questo cambiamento, e siamo certi che la fine del mercato tutelato si tradurrà in un massacro per le tasche dei consumatori: le società dell’energia adotteranno qualsiasi strumento, lecito e meno lecito, per accaparrarsi  clienti, e scatterà una corsa a stipulare contratti dove mancherà del tutto la trasparenza su offerte e tariffe, con un inevitabile incremento delle bollette di luce e gas, come già avvenuto in passato in occasione dell’avvento del mercato libero”.

Gli utenti italiani rischiano quindi di andare incontro nel 2020 ad un aumento generalizzato della spesa per le bollette energetiche, rincaro che si aggiungerebbe al rialzo delle tariffe già scattato nel 2019 e pari al +1,35% per l'elettricità e al +1% per il gas registrato da Arera, che ha così smentito le previsioni errate di alcune associazioni (vedi Unc) che nel 2019 avevano parlato di risparmi record sull’energia per le famiglie italiane, risparmi purtroppo del tutto inesistenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400