La joint venture che funziona Salini-De Santis

Nonostante le voci li volessero in rotta di collisione, l'Ad Rai e la direttrice di Rai Uno procedono spediti, con l'idea di un Festival "2.0" con Cattelan per la seconda serata. Oltre alla scelta, condivisa, di Amadeus come conduttore

Redazione Web
Rai1 prende il Volo con il tandem de Santis-Lieto

Teresa de Santis, direttore di Rai1

L'ultimo saluto se lo sono scambiato venerdì 2 agosto nell'ufficio dell'ad al settimo piano di viale Mazzini. Abbracci, baci, buone vacanze fra Fabrizio Salini e il direttore di Rai 1 Teresa de Santis. Non solo pura formalità, ma qualcosa di più sostanziale. Perché subito dopo aver accompagnato alla porta la de Santis, Salini ha fatto una telefonata importante. Ha chiamato Amadeus per comunicargli il "benvenuto a bordo del Sanremo 2020". Decisione dunque condivisa quella di affidare ad Amadeus la conduzione e la direzione artistica del festival, maturata dopo lunghi colloqui tra il direttore di Rai e e l'ad.

Quasi una mediazione culturale tra la continuità rappresentata da un volto storico della Rai come Amadeus ed un eventuale dopo festival 2.0 contemporaneo e addirittura sperimentale. Per questo secondo quanto risulta a Economymag.it la coppia Salini-De Santis sta lavorando sull'ipotesi di Alessandro Cattelan, un nome fresco targato Sky ma destinato a conquistare anche il pubblico giovanissimo. Chi pensava che le schermaglie tra l'ad e la prima direttrice donna di Rai 1 potessero finire con l'uscita di uno dei due dalla scena (lui targato 5 stelle e lei sostenuta dalla potente Lega) si è sbagliato. E non è una tregua armata quella che si è consumata venerdì prima delle ferie d' agosto ma una joint venture programmatica destinata a dare frutti condivisi anche in autunno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400