Non piace a Wall Street
la birra asiatica

Redazione Web
Non piace a Wall Street la birra asiatica

La più grande offerta pubblica iniziale dell'anno per Wall Street - quella della filiale asiatica di AB InBev Budweiser Brewing Company APAC - è stata ritardata forse a tempo indeterminato.....

Durante un'offerta pubblica di acquisto, l'azienda fissa una fascia di prezzo per le nuove azioni che sta vendendo e poi le offre agli investitori. Ebbene, la domanda per Budweiser era alta: gli investitori volevano più azioni di quante non ce ne fossero in vendita. Ma a volte gli investitori chiedono più azioni di quante ne vogliono per bloccare l'importo che vorrebbero. Quando Budweiser ha cercato di distillare un prezzo finale delle azioni, ha scoperto che la domanda effettiva degli investitori era molto più bassa di quanto inizialmente sembrava. E ha deciso di “andare pubblica” ad una data successiva preferibilmente.

Le azioni della società madre di Budweiser AB InBev sono diminuite a loro volta. AB InBev sperava che la sua controllata potesse utilizzare la nuova liquidità per ridurre i propri debiti - e per espandersi ulteriormente, grazie alla crescente domanda asiatica di birre. Ciò avrebbe aiutato AB InBev a ridurre i propri debiti, per un totale di circa 100 miliardi di dollari dopo l'acquisto nel 2016 della rivale SABMiller. Senza un'offerta pubblica di acquisto Budweiser, tuttavia, quel debito si profila ancora elevato, rendendo probabilmente AB InBev un investimento più rischioso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400