Bici: un settore in espansione

Si è appena concluso il Giro d’Italia e sta per iniziare il Tour de France, e per tutti gli appassionati della bicicletta non agonisti è in arrivo l’estate. Conosciamo quindi meglio questa passione italiana

Valeria Gelosa
Bici: un settore in espansione

Sono oltre 3 milioni i ciclisti attivi in Italia. Secondo il Rapporto Artibici 2018 di Confartigianato Imprese, 1,06 milioni, ovvero 18 persone ogni 1000 abitanti, utilizzano la bici per andare al lavoro e a scuola, mentre 2.414.000, pari all’11,9% degli italiani che praticano sport, lo fanno su due ruote.

Un’evoluzione quella della bicicletta sostenuta da una parte dall’aumento delle infrastrutture dedicate a chi pedala - tra il 2005 e il 2015 le piste ciclabili nelle città capoluogo sono aumentate del 50% - e dall’altra dall’avvento e diffusione del bike sharing, ormai presente in 51 città (di cui Milano è la maglia rosa con 4.650 bici a disposizione di oltre 45.000 abbonati). A incrementare ulteriormente la crescita del fenomeno c’è l’“esplosione” dei riders, grazie al successo delle app che offrono servizi di consegne a domicilio e che si servono proprio di fattorini in sella ad una bici.

Il “valore economico” della bicicletta in Italia è pari a 6.206.587.766 euro. Il dato di Legambiente comprende da un lato il valore economico direttamente originato dal settore (produzione e vendita di bici e accessori, mercato del cicloturismo), dall'altro una stima di parametri quali ad esempio il risparmio di carburante e i vantaggi sanitari. Non stupisce se si pensa che in Italia la filiera delle della bici coinvolge 3.098 imprese registrate con 7.741 addetti e 1.272 milioni di euro di fatturato.

Questi numeri fanno del nostro Paese il primo in Europa per valore della produzione e secondo, sempre in UE, per numero di impiegati.

Ma che cosa rende speciale la bicicletta? Lo ha chiesto Sara Assicurazioni, Top Sponsor Giro d’Italia 2019, agli italiani. La prima ragione, a detta di quasi un connazionale su due (43%), è il fatto che sia un mezzo ecologico, che offre la possibilità di spostarsi, e percorrere brevi o lunghe distanze, senza incidere sull’ambiente. Seguono i benefici sul benessere individuale (22%) e l’agilità e la comodità negli spostamenti (19%), che ne fanno il mezzo di trasporto ideale per la città.

Gli italiani sulle due ruote devono però prestare maggiore attenzione e rispettare le norme stradali. Per più di un italiano su tre (37%) il principale pensiero legato alla bicicletta sia quello della propria incolumità. Una preoccupazione ben fondata: solo nel 2017 in Italia sono stati 17.521 gli incidenti stradali che hanno coinvolto ciclisti, la maggior parte verificatisi su strade urbane (dati ACI/Istat).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400