Trainline, una biglietteria
digitale sbanca la Borsa

Redazione Web
Trainline, una biglietteria digitale sbanca la Borsa

La compagnia britannica di biglietti di viaggio Trainline è entrata in borsa venerdì scorso e subito gli investitori hanno fatto aumentare il valore delle sue azioni del 17%. Trainline vende online biglietti per treni e autobus in 45 paesi europei e asiatici. Voleva "diventare pubblica" già nel 2015, quando la società di private equity Kkr l’ha rilevata per 640 milioni di dollari. Dopo tre anni di perdite, l'anno scorso Trainline ha realizzato un utile di 13 milioni di dollari - e gli investitori che hanno acquistato le azioni della società venerdì hanno spinto il suo valore fino a quasi 2,5 miliardi di dollari. Oltre a vendere nuove azioni agli investitori, Kkr ha venduto parte della sua partecipazione - ma è ancora il maggiore azionista di Trainline. Kkr potrebbe ora utilizzare parte di quel profitto per acquistare la maggior parte della più grande casa editrice europea, Axel Springer. Le azioni di Trainline erano calde come un biglietto elettronico per Coachella; forse agli investitori sono piaciuti i binari che ha tracciato finora e l'itinerario da seguire in futuro. L'azienda sta sfruttando il passaggio alla biglietteria online - e ha molto spazio per espandersi ulteriormente con prenotazioni online che rappresentano solo il 39% dei biglietti venduti nei più grandi mercati di viaggio europei. E con i venti che sembrano soffiare a favore di Trainline, alcuni investitori possono aspettarsi che i suoi primi risultati vadano oltre le modeste aspettative, portando ad un profitto di prima classe, mentre altri investitori salgono a bordo e spingono il prezzo delle azioni verso l'alto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400