Bill Gates legge romanzi russi
e saggi sul capitalismo

Redazione Web
Bill Gates legge romanzi russi e saggi sul capitalismo

Il fondatore di Microsoft Bill Gates non è solo un filantropo e un venture capitalist ma è anche un accanito lettore e legge circa 50 libri all'anno. Da anni, a ridosso delle vacanze estive e natalizie, Gates condivide con i lettori del suo blog Gates Notes una lista dei cinque libri che consiglia di leggere insieme a un video in cui spiega i motivi. Ecco la lista per queste vacanze estive: Upheaval di Jared Diamond. L'autore è anche il vincitore del Premio Pulitzer per la saggistica nel 1997 e nel suo ultimo libro parla di come le società reagiscano durante i momenti di crisi. Attraverso alcuni casi studio mostra come le nazioni in passato hanno gestito situazioni critiche come guerre civili, minacce straniere o malessere diffuso. Nine Pints di Rose George. Il libro esplora un solo argomento specifico: il sangue e il titolo (“Nove pinte”) si riferisce al volume di sangue nell'adulto medio. Un gentiluomo a Mosca di Amor Towles.  Il romanzo ha per protagonista il conte Aleksandr Il’ič Rostov che viene condannato all'ergastolo in un hotel di Mosca. La detenzione, seppure lussuosa, si rivela difficile per il protagonista abituato ad avere una vita intensa. In Italia il testo è stato tradotto e pubblicato dalla casa editrice Neri Pozza. The Future of Capitalism di Paul Collier. Una riflessione sui fallimenti del capitalismo e sulle possibili soluzioni dell'economista britannico, tra le voci più autorevoli a livello mondiale sulle migrazioni. Presidents of war di Michael Beschloss. Un libro che parla di leadership presidenziale ma soprattutto degli otto principali conflitti che gli Stati Uniti hanno intrapresero tra la fine dell'Ottocento e gli anni Settanta, inclusa la guerra del Vietnam.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400