Il gioco d’azzardo fa acqua ovunque salvo che negli Usa

Redazione Web
Il gioco d’azzardo fa acqua ovunque salvo che negli Usa

L'azienda multinazionale di gioco International Game Technology (IGT) ha riportato nel primo trimestre di quest’anno ritorno alla redditività dopo aver registrato una perdita un anno fa, nonostante un aumento delle tasse sulle macchine da gioco in Italia che ha contribuito al calo complessivo delle vendite del 5%. Per la società britannica di scommesse William Hill, i proventi sono crollati: l'azienda ha riportato un calo di circa il 40% degli incassi dai terminali di scommesse in-store realizzati, a seguito di un giro di vite del governo britannico che è entrato in vigore in aprile. Ma mentre i ricavi sono crollati in patria, la recente legalizzazione delle scommesse sportive negli Stati Uniti ha aiutato le vendite a salire quasi del 50%. Dunque, William Hill potrebbe non essere un volto così familiare sulle strade del Regno Unito per molto ancora: il calo degli incassi nei negozi ha lasciato l'azienda in panne, e il management ha chiesto riduzioni degli affitti per evitare di chiudere quasi la metà dei suoi negozi. Persuadere i giocatori d'azzardo ad aprire conti online è stata una delle risposte; il lancio di un servizio di scommesse sportive online da parte della società di media americana Fox è un altro segno dei tempi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400