Le case automobilistiche
frenate dall’incognita ecologica

Redazione Web
Le case automobilistichefrenate dall’incognita ecologica

La casa automobilistica giapponese Nissan ha avvertito che il profitto di quest'anno sarà il più basso degli ultimi dieci anni. La più grande azienda del settore, la tedesca Volkswagen, ha fatto annunci di discontinuità. Precisamente: Nissan si aspetta che il suo profitto annuale diminuirà del 28% rispetto all'anno scorso. La Volkswagen ha annunciato l'intenzione di iniziare a produrre batterie per veicoli elettrici e di costruire motori diesel per navi e centrali elettriche. E di volersi dedicare molto al suo segmento camion, che solo due mesi fa sembrava voler abbandonare.

Ma cosa succede su questo mercato? Succede che la guerra dei dazi sta mettendo tutti sotto stress. Le tasse d'importazione cinesi introdotte l'anno scorso sulle auto prodotte negli Stati Uniti hanno colpito Daimler, Volkswagen e Bmw, che producono oltre il 60% dei veicoli esportati in Cina dall'America. E gli Stati Uniti meditano di aumentare i dazi sulle auto europee dirette nel loro territorio. L'Europa naturalmente ha pronte le sue ritorsioni. La crisi si riflette sul calo della domanda di acciaio. E ThyssenKrupp, che ha riportato una perdita trimestrale forte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400