Maxi-fusione nel settore
dell’istruzione superiore

Redazione Web
Maxi-fusione nel settore dell’istruzione superiore

McGraw-Hill Education and Cengage, due dei più grandi editori di libri di testo universitari del mondo, hanno annunciato l'intenzione di fondersi. L'accordo creerebbe – se otterrà le necessarie autorizzazioni antitrust - il secondo più grande fornitore di contenuti educativi negli Stati Uniti, deciso a spostarsi di più verso l'educazione online. L'azienda combinata farebbe circa 3 miliardi di dollari di vendite annuali e, anche se non quotata in Borsa, varrebbe circa 5 miliardi di dollari. Uno dei motivi principali della fusione, come al solito, è la prospettiva di sinergie, con risparmi sui costi previsti di 300 milioni di dollari. Gli editori di libri di testo tradizionali hanno avuto un periodo torrido negli ultimi anni, grazie a un panorama educativo in evoluzione che ha visto gli studenti sempre più distratti dai libri di testo tradizionali a favore di risorse online più economiche. Questi libri di testo rappresentano circa la metà delle vendite di McGraw-Hill; da qui il suo desiderio di utilizzare i soldi che risparmia con la fusione per espandere la sua offerta digitale. Pearson, leader di mercato con sede nel Regno Unito, si trova in una posizione simile: ha speso l'ultimo decennio vendendo marchi non fondamentali come Penguin Books, The Economist e il Financial Times nel suo stesso tentativo di raddoppiare le vendite nel campo dell'istruzione. Pearson è finalmente riuscita ad arrestare anni di calo dei ricavi, ma il prezzo delle azioni è sceso del 14% quest'anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400