Airbnb sta facendo nascere
una costellazione di start-up

Redazione Web
Airbnb sta facendo nascereuna costellazione di start-up

Sono sempre più numerose in tutto il mondo le startup che offrono servizi ai proprietari delle case messe in affitto su Airbnb. Una di queste è nata per un caso di serendipità. David Krauss stava affittando il suo appartamento a Dallas su Airbnb con successo finché una sera i suoi ospiti ci hanno fatto un mega party, così rumoroso da provocare più di una dozzina di denunce dai vicini di casa, un rapporto di polizia e una lettera furibonda da parte di un avvocato. La situazione era così compromessa che Krauss ha deciso di vendere l’appartamento, rimettendoci 30mila dollari. Ma come dicono i saggi, la differenza la fa la reazione agli eventi, non gli eventi stessi: in seguito a questo episodio Krauss ha lanciato sul mercato un rilevatore di rumore che permette agli host di Airbnb e non solo di intervenire prima del patatrac. La sua azienda si chiama NoiseAware, vende rilevatori a partire da 199 dollari ed è un successo. È solo un esempio delle centinaia di startup nate attorno a Airbnb, ma anche a Booking, Expedia e HomeAway. Perfino la più grande compagnia alberghiera del mondo, Marriott, si sta espandendo anche nel business della condivisione della casa, portando le proprie offerte negli Stati Uniti dopo aver già operato in alcune città europee. La gente "ha iniziato a rendersi conto che in realtà non è così facile essere un gestore di proprietà - consegnando le chiavi alle tre del mattino, rispondendo alle lamentele dell'ospite e facendo in modo che l'esperienza dell'ospite sia assolutamente al suo meglio", dice Simon Lehmann, che ha lavorato nel settore dei viaggi e ora gestisce la AJL Consulting GmbH. "Così l'attività è sempre più gestita". Fulhaus progetta e fornisce unità immobiliari per i proprietari di case vacanza professionali. Il suo prodotto Haus-in-a-Box offre un "pacchetto completo di mobili specificamente progettati per il mercato degli affitti a breve termine'' ed è disponibile in diversi stili; include una piattaforma per permettere agli ospiti di acquistare gli articoli che gli piacciono. Un'altra piattaforma, Operto, collega le proprietà a una serie di dispositivi - tra cui la stessa NoiseAware, oltre a serrature digitali, termostati intelligenti, luci e persino monitor di anidride carbonica, che possono aiutare gli host a calcolare quante persone sono in un'unità. Ci sono poi le piattaforme per la gestione delle operazioni di pulizia, manutenzione e altre attività necessarie per preparare l’appartamento prima dell'arrivo del prossimo ospite. In questo modo il proprietario guadagna un po’ meno, ridistribuendo parte degli incassi, ma ha molto meno lavoro da fare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400