Quasi tre milioni di ruoli
di vertice sono affidati a donne

Redazione Web
Quasi tre milioni di ruoli di vertice sono affidati a donne

Sono quasi tre milioni gli incarichi di vertice affidati a donne. Per la precisione, sono 2.827.515, il 26,7% del totale nazionale. Il dato emerge dall'indagine 'L'imprenditoria femminile in Italia', condotta dal Centro studi Cna, secondo la quale le donne sono una componente sempre più dinamica della società e dell'economia italiana. Le donne amministratore sono esattamente 1.124.799, 840.889 le titolari d'impresa, 620.572 le socie, 241.418 quelle che rivestono altre cariche. Tra il 2017 e il 2018 i ruoli apicali tenuti dalle donne sono cresciuti dell'1%, più di quanto hanno fatto i colleghi maschi: nel loro caso, infatti, l'incremento si è fermato allo 0,4%. Gli amministratori donne sono aumentate nettamente di più rispetto ai colleghi maschi: la loro crescita l'anno scorso è stata del 3,1% contro il +1,7% della componente maschile. Per molte donne italiane però, a differenza di molti uomini, fare le lavoratrici indipendenti risulta una opzione non semplice e, talvolta, obbligata. Quando viene richiesto quali siano state le motivazioni che hanno portato a intraprendere la via del lavoro indipendente, il 12,5% delle donne intervistate indica l'impossibilità di trovare un lavoro dipendente e l'8,1% la volontà di disporre di orari flessibili per coniugare al meglio casa e lavoro. Per gli uomini questi valori risultano più bassi (rispettivamente 9,5% e 7,4%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400