Il Pil della Cina rallenta,
di uno 0,5% ma rallenta

Redazione Web
Il Pil della Cina rallenta, di uno 0,5% ma rallenta

Il 2019 della Cina aveva già da tempo la probabilità di vincere il dubbio onore della crescita annuale più lenta dal 1990 - rubando la corona al 6,6% di crescita nel 2018 - ma ora è quasi certo. I funzionari cinesi hanno accusato il taglio alle loro aspettative sulla guerra commerciale in corso nel paese con gli Stati Uniti, che ha ridotto la domanda dei suoi prodotti e servizi. Hanno anche previsto che un numero ancora maggiore di aziende cinesi non sarebbe riuscito a ripagare i loro elevati debiti, mettendo le banche del paese a rischio di maggiori perdite. Le incerte prospettive della Cina per il 2019 si riflettono sulla sua insolita decisione di offrire un margine di crescita economica. Sgombrare un numero specifico, il Paese potrebbe sperare di evitare di deludere gli investitori nel caso in cui non dovesse essere all'altezza. Eppure gli investitori sembrano essersi liberati dalle paure per queste prospettive di crescita più basse della Cina e hanno acquistato azioni cinesi in questi giorni, più delle azioni delle società europee e statunitensi non si sono mosse molto. E’ probabile che gli investitori sono stati più rincuorati da un altro annuncio cinese di martedì: 300 miliardi di dollari di tagli fiscali. Questi sono principalmente volti a rilanciare i settori dei trasporti, dell'edilizia e manifatturiero del paese, e dovrebbero aumentare i loro profitti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400