Urbano Cairo va all'attacco del fondo Blackstone

Redazione Web
Urbano Cairo (RCS)

Non serve essere torinisti per comprendere l’importanza di sostenere il patron del gruppo Corriere della Sera nel contenzioso con Blackstone..

I punti che Urbano Cairo solleva sono fondamentali per tutti gli imprenditori e per l’economia italiana:

·             CONDANNA DEI PATTI COMMISSORI: REATO CIVILE. La vendita era avvenuta in un momento in cui non vi era parità contrattuale tra Blackstone e Rcs: il gruppo editoriale era in piena crisi finanziaria e fu costretto dalle banche a svendere l'immobile storico di Via Solferino. È più che legittimo chiedere “la nullità della vendita poiché il prezzo di acquisto è stato più basso del valore reale, poiché il venditore era in un momento di estrema difficoltà, e poiché il compratore Blackstone era perfettamente a conoscenza di questa situazione.”

·             CONDANNA DELL’USURA, INTESA A NORMA DI LEGGE COME APPROFITTAMENTO DI UNA SITUAZIONE DI DEBOLEZZA ECONOMICA: REATO PENALE. È importante per tutti gli imprenditori il Presidente di uno dei principali gruppi italiani basi le sue argomentazioni sulla norma primaria (la legge 108/96 e il 644 BIS del c.p.) e non sul castello di norme secondarie ed interpretazioni giurisprudenziali che, con un massiccio sforzo di costruzione di storytelling e un’altrettanto massiccia azione di lobbying, gli uffici legali delle banche sono riusciti a rendere senso comune. “l’accordo del 2013 fu concluso in una situazione di profondo squilibrio tra le parti. Blackstone approfittò della debolezza di RCS per pagare i palazzi di via Solferino meno di quanto valessero.”

·             NELLO SFONDO SI COGLIE INFINE IL DESTINO DI UNA PARTE CONSISTENTE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE ITALIANO, improvvidamente ceduto dalle nostre banche, con l’approvazione di tutti i governi che si sono succeduti, ai fondi speculativi internazionali. L’affare è colossale e ipergarantito: le garanzie immobiliari sulle sofferenze (NPL) superano il valore netto dei crediti in sofferenza, sono quindi il doppio del prezzo a cui i fondi speculativi hanno acquistato tali sofferenze. Inoltre molte di queste cessioni, già ipergarantite, sono assistite da potenzialmente micidiali (i derivati di stato insegnano) garanzie dello stato (GACS), peraltro rinnovate dall’attuale governo, anche da coloro che dall’opposizione le avevano combattute. Già ottenere giustizia in Italia è difficile. Se il giudizio su eventuali contenziosi passasse, come chiede Blackstone, al sistema giudiziario USA, la tragedia innescata dal rifiuto del Giubileo Bancario proposto nella precedente legislatura sarebbe completo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400