Ma Netflix è un successo
oppure è un bidone?

Redazione Web
Ma Netflix è un successo oppure è un bidone?

La crescita degli abbonati di Netflix continua la sua marcia. Ma  l'azienda ha toppato, e di brutto, le stime dei ricavi del quarto trimestre degli analisti 2018, mandando le sue azioni in calo del 4%. Già, perché nell'ultimo trimestre, Netflix ha aggiunto 1,5 milioni di clienti paganti in più negli Stati Uniti e altri 7,3 milioni altrove. Quest’incremento ha superato le attese degli investitori, e così anche il profitto, eppure il fatturato no! Come si spiega, cosa vuol dire? E perché le previsioni sui ricavi e sugli utili di Netflix per questo trimestre sono state inferiori alle aspettative degli investitori?

La risposta è in una parola chiave: costi. I nuovi spettatori che si affollano verso Netflix non pagano subito il prezzo pieno. Vengono attratti con supersconti che abbassano la redditività dell’azienda. E poi in America i consumi sono tirati... continuerà l’afflusso di sottoscrizioni? I circa 60 milioni di abbonati di Netflix negli Stati Uniti pagheranno presto un rincaro. Quasi il 20% in più di un anno. L'azienda ha già accumulato un grande mucchio di debiti e si aspetta di continuare a bruciare più denaro nel 2019 mentre mantiene la sua frenetica produzione di programmazione originale (peraltro sempre più acclamata dalla critica) per mantenere 'Flickers binginginging. Saranno necessari più soldi per più spettacoli per combattere una competizione streaming sempre più dura, non solo da parte di artisti come Amazon (che ha ottenuto alcuni premi propri), ma anche, a partire dalla fine dell'anno, da parte di Disney+. Il prossimo lancio ha già spogliato Netflix di diversi spettacoli popolari di proprietà di Disney. Il paradosso delle tv on demand sul web è che, diversamente dall’era del broadcast via etere, su Internet la proprietà della rete non è più un’esclusiva e non costituisce più alcuna barriera all’accesso per nessun concorrente. Le tecnologie diffusive stanno diventando commodities: tutte le piattaforme funzionano ugualmente bene, e costano relativamente poco. Difendere la propria posizione di mercato diventa quindi esclusivamente funzione della qualità dei contenuti rispetto alla domanda, e della relativa capacità di marketing. Nessuna difesa, concorrenza perfetta, fatale attrazione verso la ricerca di forme sempre più semplici e meno costose per attirare l’attenzione del pubblico, fatale gravitazione verso lo sbraco... (s.l.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400