Newmont Mining e Goldcorp, nasce il colosso dell’oro

Redazione Web
Newmont Mining e Goldcorp, nasce il colosso dell’oro

Il gruppo Newmont Mining – leader nell’estrazione dell’oro - ha annunciato l’acquisizione del rivale canadese Goldcorp, creando il più grande produttore d'oro del mondo. L'affare da 10 miliardi di dollari eclissa la stretta di mano dorata del settembre scorso, che aveva visto il principale concorrente canadese Barrick Gold acquisire il gruppo africano-minerario Randgold. Ma il pensiero è lo stesso: dopo un decennio di tagli alle esplorazioni, i cercatori d'oro stanno cercando di rilanciare la crescita.

In quella che è conosciuta come una fusione stock-swap, Newmont offre agli investitori di Goldcorp circa un terzo di una quota della nuova società combinata per ogni quota Goldcorp che attualmente possiedono. Newmont Goldcorp avrà le più grandi riserve d'oro nel gioco, e prevede di produrre annualmente fra sei e sette milioni di once di oro.

Con la diminuzione delle riserve auree e l'aumento dei costi di estrazione, le compagnie minerarie stanno scavando in profondità anche nella loro organizzazione per trovare modi per risparmiare denaro. La nuova società dovrebbe risparmiare circa 100 milioni di dollari grazie alla rimozione dei costi doppi, e ottimizzando lo struttamento delle miniere meno importanti. Ebbene, questo si spiega anche con fatto che, dopo un calo costante per gran parte del 2018, il prezzo dell'oro è tornato ad un massimo di sei mesi. L'oro entra in voga durante i periodi di incertezza economica; la gente lo considera un rifugio sicuro per la conservazione del valore. E il prezzo dell'oro è quotato in dollari Usa - così quando il dollaro è al ribasso, l'oro comincia a sembrare più economico per gli acquirenti internazionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400