Cosa serve alle PMI? Soluzioni flessibili e infrastrutture tecnologiche.

Redazione Web
Cosa serve alle PMI? Soluzioni flessibili e infrastrutture tecnologiche.

Aziende e professionisti in Italia, mai come in questo momento, hanno bisogno di semplificare e di soluzioni sostenibili, razionalizzando investimenti ed evitando dispersione di risorse.

E se sei una PMI, questo è ancora più vero, visto che in Italia sono oltre 4 milioni e compongono il 90% del tessuto industriale.

Per restare competitive le PMI non possono rimandare investimenti e adeguamenti delle tecnologie, ma l’accesso al credito è spesso difficoltoso.

Per questo si è affermato negli ultimi 10 anni il Pay-per-Use, che consiste nel noleggiare, senza comprare e quindi senza indebitarsi, le soluzioni di cui si ha bisogno (IT, macchinari, arredo per ufficio, beni strumentali). Perché l’importante è l’utilizzo, e non il possesso di tecnologie e infrastrutture.

In Italia il mercato è caratterizzato dalla presenza di pochi player, tra cui Grenke Locazione, realtà da oltre 200 dipendenti che gestisce più della la metà di tutti i contratti di noleggio operativo in Italia, nel proprio segmento.

Grenke riesce a soddisfare le esigenze delle PMI con una formula disruptive per il mercato italiano. Infatti, la società italiana, parte del gruppo multinazionale tedesco non solo fornisce gli strumenti ma, anche, di fatto, una fonte di finanziamento alternativa al classico circuito bancario, focalizzandosi su un segmento per il quale normalmente gli istituti di credito non mostrano altrettanta specializzazione e sensibilità.

Il meccanismo è semplice e si fonda sul concetto di rete: Grenke di fatto finanzia gli investimenti dell’azienda, che poi ripagherà in canoni da 24 a 60 mesi. La logica è esattamente quella dell’as a service: beni e strumenti sono concepiti come servizio, cioè come soluzione da utilizzare, senza detenerne la proprietà. Aziende e professionisti possono attivare una partnership con Grenke per il noleggio, scegliendo diverse combinazioni.

Oggi chi riesce ad andare incontro alle esigenze di questo esercito di piccole e piccolissime imprese, sicuramente ottiene un pubblico rilevante (oltre 4 milioni di realtà) e soprattutto svolge anche una importante azione per il progresso della cultura d’impresa in Italia e per il sostegno alla crescita di tanti soggetti economici che altrimenti non avrebbero accesso alle soluzioni e alle tecnologie più innovative e performanti.

Un cambio di paradigma sostanziale, per l’intero tessuto imprenditoriale italiano. (di Aurelio Agnusdei, direttore commerciale Grenke)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400