Draghi: in caso di recessione la Bce ha gli strumenti

Redazione Web
Draghi: in caso di recessione la Bce ha gli strumenti

"L'attuale posizione è già molto accomodante, ma se ci fosse una recessione, la Bce avrebbe gli strumenti necessari". Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi parlando al Parlamento Ue. Non c'è ancora aria di crisi, anzi, le celebrazioni a Strasburgo per i venti anni dell'euro sono l'occasione per ricordare quanto lavoro è stato fatto proprio negli ultimi anni per uscire dalla recessione. Draghi parla di "incertezza geopolitica", che "mette in discussione i pilastri su cui è stato costruito l'ordine post II Guerra mondiale, mette in discussione la Ue, ha a che fare con la Brexit, la negazione del sistema multilaterale". Tutti elementi che contribuiscono al rallentamento dell'economia. Per questo la Bce resta vigile, e "valuta" la situazione, pronta ad intervenire qualora ce ne fosse bisogno. Nel frattempo, il presidente prova a dare un'iniezione di fiducia alla Ue, che è uscita dalla crisi "grazie all''energia dei suoi cittadini", e al sostegno che i loro politici hanno dato all'euro. Uno sforzo che deve proseguire senza tentennamenti, ha aggiunto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400