Petrolio, un inizio d’anno all’insegna del rialzo

Redazione Web
Petrolio, un inizio d’anno all’insegna del rialzo

Dopo il precipitoso e volatile calo del petrolio alla fine del 2018, esacerbato dalla scarsa liquidità, i prezzi hanno iniziato il 2019 con il loro primo significativo rally in tre mesi. Nonostante questo rimbalzo, un report della Goldman Sachs ritiene che il livello dei prezzi e la struttura a termine restino sottovalutati sia rispetto ai fondamentali attuali che a termine.

Il mercato petrolifero è ancora in forte rallentamento di riflesso della minor crescita globale, nonostante le previsioni di molti economisti per una crescita sostenuta e solidi anche nella domanda di petrolio alla fine del 2018. In assenza di un rallentamento così ampio, ci aspettiamo un'ulteriore ripresa dei prezzi, anche se l'incertezza sulla crescita richiederà probabilmente un rafforzamento dei mercati fisici del petrolio per guidare questa ripresa, con prove incoraggianti che i tagli dell'Opec stanno iniziando.

Anche se i mercati fisici si dimostreranno solidi, dicono gli analisti di Goldman, continuiamo ad aspettarci che lo stallo del New Oil Order che avevamo previsto per il 2018-1H19 finirà quando nuovi oleodotti rilasceranno il bacino del Permiano a basso costo nel mercato globale del petrolio. Inoltre, ci aspettiamo che il mercato petrolifero si equilibrerà ad un costo marginale più basso nel 2019.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400