Il Governo blocca i rincari dei pedaggi sul 90% della Rete

Redazione Web
Toninelli: 1,5 miliardi per le infrastrutture

I rincari dei pedaggi autostradali sono stati congelati sul 90% della rete autostradale, ma solo per sei mesi, fino a giugno. Questa la soluzione di compromesso cui si è arrivati con un decreto interministeriale. Un risultato raggiunto, ha spiegato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, grazie a "una fruttuosa interlocuzione con i concessionari autostradali" nella quale, a sua volta, Autostrade per l''Italia rivendica di essersi fatta "carico" dell'iniziativa di non applicare all'utenza "l'incremento sul pedaggio spettante alla concessionaria" per sei mesi con "spirito di collaborazione" con il governo e per "supportare la crescita" del Paese. "Laddove l'accordo non si è raggiunto, come nel caso di Strada dei Parchi - ha spiegato ancora Toninelli - abbiamo agito emanando comunque l'apposito decreto di sterilizzazione degli esorbitanti rincari per gli utenti". Il capitolo Strada dei Parchi è rimasto dunque irrisolto per la ferma opposizione di Anas che ha fatto saltare l'intesa. In ballo ci sono costi per ulteriori 73 milioni di euro relativi agli interessi su due rate del canone di concessione che dovevano essere sospese proprio per consentire la sterilizzazione delle tariffe ed evitare il rincaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400