Maltempo ottobre-novembre, 6,2 miliardi di danni

Redazione Web
Maltempo ottobre-novembre, 6,2 miliardi di danni

6,2 miliardi. È la stima dei costi per far fronte all'emergenza provocata dall'ondata di maltempo che ha interessato tra ottobre e novembre diverse regioni italiane, fatta dal Dipartimento della Protezione Civile che ha inviato l'intera documentazione a Bruxelles per chiedere l'attivazione del fondo di solidarietà dell'Unione europea, destinato proprio a sostenere gli Stati colpiti da catastrofi naturali. Dei 6,2 miliardi, 4,5 sono di danni diretti (di cui 3,1 riguardano edifici e infrastrutture pubbliche e oltre 1,3 edifici privati e attività produttive), e 1,7 rappresentano invece i costi relativi alle spese di prima emergenza.

La stima comprende danni diretti, sia pubblici sia privati (vale a dire quelli che hanno provocato la distruzione di edifici, di infrastrutture, di raccolti e anche quelli che hanno colpito industrie e imprese, il patrimonio culturale, le reti di distribuzione dell'energia, del gas, dell'acqua) e i costi sostenuti appunto dallo Stato per far fronte all'emergenza, vale a dire quelli per il ripristino immediato delle funzionalità delle infrastrutture e degli impianti nei settori dell'energia, dell'acqua, delle acque reflue, delle telecomunicazioni, dei trasporti, della sanità, dell'istruzione; per i servizi d'emergenza legati al soccorso della popolazione colpita e ad assicurare gli alloggi provvisori; per la messa in sicurezza delle infrastrutture di prevenzione e per la protezione del patrimonio culturale; per l'immediata ripulitura delle zone danneggiate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400