e-tron: l’elettrico secondo Audi

Redazione Web
e-tron: l’elettrico secondo Audi

Il primo modello di serie Audi interamente elettrico è e-tron, un SUV di categoria superiore ideale per qualsiasi esigenza di mobilità, che vanta una potenza di oltre 400 cavalli erogata dai due motori elettrici. Una batteria ad alta tensione garantisce oltre 400 chilometri di autonomia (ciclo WLTP), mentre la ricarica rapida a 150 kW permette di ottenere l’80% dell’energia in soli 30 minuti. La vettura è lunga 4.901 millimetri, larga 1.935 millimetri e alta 1.616 millimetri. Anche grazie ad un passo di 2.928 millimetri, Audi e-tron offre ampio spazio per cinque persone e i bagagli. Forte di una capacità di carico complessiva di 660 litri, l’e-tron è il SUV ideale per i lunghi viaggi.

Al tempo stesso, la potenza garantita dal nuovo gioiello della casa di Ingolstadt permette di avere prestazioni di rilievo. Per accelerare da 0 a 100 km/h, infatti, sono necessari solo 5,7 secondi, mentre la velocità massima è di 200 km/h.

Con Audi e-tron il Marchio dei quattro anelli porta al debutto una nuova generazione di trazione quattro: la trazione integrale elettrica. Viene così garantito un grip ottimale in qualsiasi frangente, dato che questa tecnologia permette la ripartizione predittiva della coppia. Grazie al controllo della dinamica di marcia Audi drive select (di serie) è possibile modificare il comportamento del SUV elettrico spaziando attraverso sette profili in funzione delle condizioni di guida, della strada o in base alle preferenze personali. A seconda del programma di marcia selezionato, la vettura privilegia il comfort, l’efficienza o la sportività, armonizzando la taratura delle sospensioni pneumatiche adattive.

Per quanto riguarda l’autonomia, da notare il sistema di recupero dell’energia che integra i motori elettrici. Tale sistema contribuisce a riguadagnare fino al 30% dell’autonomia. La propulsione elettrica, infatti, garantisce una soluzione di frenata alternativa a quella tradizionale. Il SUV elettrico decide in base alla situazione se decelerare mediante i motori elettrici, i freni meccanici o la combinazione dei due e recupera energia in due modi: quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore, pertanto nelle fasi non di carico del powertrain a zero emissioni, oppure quando preme il pedale del freno, quindi nelle fasi di frenata. In entrambi i casi, i motori elettrici agiscono da alternatore trasformando l’energia cinetica di Audi e-tron in energia elettrica. Con decelerazioni sino a 0,3 g, vale a dire nel 90% dei casi, il SUV dei quattro anelli recupera energia grazie ai soli motori elettrici. Nel caso di una frenata da 100 km/h, ad esempio, Audi e-tron può recuperare energia fino a un massimo di 300 Nm e 220 kW di potenza elettrica. Valori equivalenti a oltre il 70% della potenza motore, un risultato che non viene raggiunto da nessuno degli altri modelli di serie.

Sono molteplici le soluzioni per ricaricare Audi e-tron nel garage di casa. Il sistema di ricarica compact è incluso nella dotazione di serie. Questo sistema può essere collegato direttamente a una presa standard. A tal fine sono previsti due diversi cavi elettrici: uno per prese domestiche da 230 Volt con potenza di ricarica fino a 2,3 kW e l’altro per prese trifase da 400 Volt con potenza sino a 11 kW. Con quest’ultimo cavo la batteria di Audi e-tron si ricarica completamente in circa otto ore e mezza. Come soluzione di livello superiore, Audi propone in opzione il sistema connect che permette di operare fino a 22 kW. Per questa soluzione è necessario un secondo dispositivo di carica a bordo dell’auto, disponibile nel corso del 2019.

Per quanto concerne il design, gli esterni e gli interni riflettono il linguaggio stilistico Audi. Nella zona posteriore, ad esempio, il generoso spoiler al tetto e l’ampio estrattore sottolineano il look sportivo della vettura. L’abitacolo, poi, è votato all’efficienza, all’intuitività e alla leggerezza delle linee: qualità che trovano conferma in molteplici dettagli. La plancia, suddivisa per livelli orizzontali, realizza un unico arco avvolgente, denominato “wrap-around”, che si protende fino ai rivestimenti delle portiere. I display degli specchietti retrovisivi esterni virtuali si collegano idealmente alla palpebra dell’Audi virtual cockpit, il cui sottile display sembra sospeso nel vuoto.

Come tutti i modelli Audi di categoria superiore, anche Audi e-tron si affida al sistema di comando MMI touch response. I due grandi display ad alta risoluzione (quello superiore con diagonale da 10,1, pollici, quello inferiore da 8,6 pollici) sostituiscono gli interruttori e le manopole convenzionali. I comandi sono immediati e sicuri: quando il dito attiva una funzione, si percepisce un clic di conferma tattile e sonoro. Mediante il display superiore il conducente gestisce l’infotainment, la telefonia, la navigazione  e le impostazioni specifiche di e-tron. È possibile, ad esempio, attivare il timer della ricarica e impostare il livello di recupero dell’energia.

Infine, l’abitacolo offre anche uno spazio molto generoso. Audi e-tron, infatti, sopravanza i SUV della concorrenza per lunghezza interna della cellula passeggeri, alloggiamento delle gambe degli occupanti della seconda fila di sedili e spazio riservato alla testa. La zona posteriore non risente della presenza del tunnel centrale, elemento caratteristico dei modelli convenzionali. Il pavimento si presenta completamente piatto, a tutto vantaggio del comfort. La capienza del vano di carico può passare da 660 a 1.725 litri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400