Arriva la blockchain di Stato,
peccato che manca il toner

Redazione Web
Arriva la blockchain di Stato, peccato che manca il toner

Il divario tra l’Italia e gli altri principali paesi europei nell’utilizzo dell’e-government è abissale. Nel 2017 i francesi che hanno utilizzato l’e-gov sono stati il 68%, 53% i tedeschi e 52% gli spagnoli, gli italiani si sono fermati solo al 25%. Lo scorso anno (dati Eurostat) l’Italia non solo non è riuscita a recuperare terreno rispetto agli altri paesi europei, ma ha addirittura incrementato il ritardo. Come il nostro paese anche altre nazioni stentano a far decollare l’e-gov, si tratta di Croazia, Polonia, Bulgaria e Romania, paesi che, tuttavia, hanno poco in comune con l’Italia. Ma adesso stiamo tranquilli: nel decreto Semplificazione viene previsto l’impiego della blockchain per gestire in modo innovativo una serie di serivi pubblici di schedatura e tracciamento, di genere anagrafico. Eccome, no? Questo stavano aspettando tutti! In attesa che le stampanti degli uffici siano adeguatamente rifornite di toner, che i computer sulle scrivanie ci siano, e non abbiano in media oltre quattro anni, e che ancora la connettività sia un pochettino più veloce del vecchio dial-up, apriamoci pure alla Blockchain. A sognare, che male c’è?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400