Easy Jet vola alto,
grazie alla crisi di Ryan Air

Redazione Web
Easy Jet vola alto, grazie alla crisi di Ryan Air

La compagnia aerea britannica EasyJet ha migliorato le sue previsioni di utili grazie al fatto di aver fatto incetta dei passeggeri che non possono più usare altre low cost come Monarch e Air Berlin e soprattutto grazie ai problemi di Ryan Air, funestata dagli scioperi indetti per protestare contro la politica avida e sfruttatrice di Michale O’ Leary. Ma come sta andando il mercato del turismo? Mica tanto bene. Il gruppo di viaggio britannico, Thomas Cook, ha detto la scorsa settimana che il suo profitto annuale sarebbe stato inferiore del 15% rispetto all'anno scorso - e le sue quote sono diminuite del 25%. Per fortuna il gruppo tedesco TUI - rivale di Thomas Cook - ha ridotto i prezzi per incoraggiare i clienti a prenotare i viaggi - ma i suoi hotel, resort e attività crocieristiche hanno aiutato a recuperare il ritardo. Di conseguenza, TUI prevede per l'anno in corso un utile esattamente come previsto, in crescita del 10% rispetto all'anno precedente. Ma le destinazioni dell’area euro, visto che la moneta unica europea si è deprezzata sul dollaro anche per le perplessità suscitate dalla politica economica italiana, sono oggi più convenienti per gli americani, e questo aiuterà…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag