Apple svetta in Borsa, ma intanto Huawei la supera altrove

Redazione Web
Apple svetta in Borsa, ma intanto Huawei la supera altrove

Mille miliardi di dollari di capitalizzazione. È la vertiginosa quota raggiunta da Apple, che ha battuto le rivali Amazon e Google arrivando per prima al traguardo. Ma una notizia offusca il trionfo di Cupertino: Huawei l'ha infatti superata al secondo posto globale come produttore di smartphone, alle spalle di Samsung. Nei primi 6 mesi dell'anno ha infatti venduto oltre 95 milioni di telefoni, con una crescita di circa il 30% rispetto all'anno scorso. Uno scatto imperioso che le ha permesso di lasciare alle spalle la Mela e di avvicinarsi minacciosamente alla capolista coreana, in calo e in evidente difficoltà nel mantenere la leadership. Infatti Richard Yu, capo della divisione Consumer di Huawei, ha affermato di voler raggiungere il primo posto del podio nell'ultimo trimestre dell'anno prossimo, proprio a scapito di Samsung. I risultati del gruppo cinese sono eclatanti nonostante una pressoché totale assenza dal mercato degli Stati Uniti, dovuta anche al fallimento del tentativo di vendere smartphone negli States attraverso AT&T, Verizon Communications e Best Buy, naufragati a causa delle preoccupazioni sulla sicurezza nazionale che hanno mandato su tutte le furie i vertici della società. Huawei è però riuscita a inserirsi nel mercato degli smartphone di alta gamma in Europa e Africa, ponendo di fatto fine al duopolio Apple – Samsung. Cupertino si consola in Borsa, dove vale quattro volte l'economia della Grecia, più del pil della Turchia e anche più di quello dell'Olanda, oltre che quasi quanto le quattro maggiori banche americane insieme (JPMorgan, Citigroup, Bank of America e Bank of America), più di tutte le case automobilistiche al mondo e più dell'intera industria dei media. (Riccardo Venturi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag