Appello al Parlamento
per una legge anti sloggi

Redazione Web
Il vizio millenario dell' Italia

È in corso un’invasione dell'Italia molto più pericolosa e seria di quella rappresentata dai disperati che, a rischio della loro vita, cercano di attraversare il mare. Il patrimonio immobiliare delle famiglie italiane, imponente ma fragile perché molto frazionato è da anni nel mirino della speculazione internazionale.

Finalmente troviamo questa denuncia nell'articolo che un'importante economista dedica alla speculazione sulle case pignorate. https://www.ultimaedizione.eu/2018/08/02/la-grande-speculazione-sulle-case-pignorate-intervista-leconomista-nino-galloni/62438/.

“Sappiamo che uno dei principali fondi d’investimento al mondo ha stanziato cinque mila miliardi di dollari per comprare crediti deteriorati in Italia, soprattutto quelli con garanzia immobiliare, per comprare gli immobili per un tozzo di pane. ….. si stanno buttando sul turismo diffuso e sull’agricoltura. Cercano cioè di comprare piccoli immobili e terreni. CINQUE MILA MILIARDI DI LIRE SONO TRE VOLTE IL PIL ITALIANO.”

La forza di lobbying e storytelling della grande speculazione internazionale si salda con l’affarismo italiano

·       speculatori e gestori delle aste si ripartiscono €60000 ad ogni casa di famiglia svenduta,

·       le mafie italiane hanno trovato uno strumento eccezionale per riciclare il denaro sporco,

·       come da millenaria tradizione ceti professionali, speculatori, mafie si mettono al servizio dell’invasore per spolpare i connazionali in difficoltà

In questa situazione anche coloro che, in minoranza, si erano opposti ai più evidenti favori degli ultimi governi agli speculatori, diventati maggioranza e governo esitano ad intervenire.

I due leaders, il 18 maggio, giorno dello sloggio di Bramini dalla sua casa, avevano proclamato a reti televisive unificate che questa vergogna sarebbe finita.

Bramini, diventato consulente del governo, ha proposto una semplice norma, a costo 0, che limitava gli aspetti più incivili e brutali della normativa sulle esecuzioni immobiliari (per dare valore all’immobile si buttano in mezzo alla strada le famiglie prima ancora che l’immobile sia venduto, soprattutto se ci sono anziani malati, handicappati, bambini piccoli).

Tra l’altro questi sloggi sono tutti appoggiati dal Ministero dell’Interno e dai Prefetti che garantiscono l’appoggio della forza pubblica, rinnegando l’appoggio dato dall’attuale ministro a Bramini il 18 maggio.

Con dei cavilli da prima repubblica questa norma è stata rigettata e non sarà inserita nel Decreto Milleproroghe.

Se approvata avrebbe consentito un’estate più serena a decine di migliaia di famiglie.

Se si è trattato di un errore di valutazione e non dell’azione devastante delle lobbies lo capiremo presto.

Vedremo se chi ha votato contro la legge Renzi Boschi 119 del 2016 e, in alcuni casi si è fatto per questa opposizione sospendere dai lavori parlamentari, https://www.ultimaedizione.eu/2016/03/04/mutuo-e-casa-polemiche-sullultimo-favore-alle-banche-barricate-dei-cinque-stelle/52845/ ripresenterà la proposta Bramini come emendamento.

di Giovanni Pastore

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag