Hasbro resiste alla chiusura di Toys “R” Us

Redazione Web
Hasbro resiste alla chiusura di Toys “R” Us

Il primo trimestre di Hasbro – colosso americano dei giochi - è stato piuttosto duro perché ha subìto gli effetti peggiori della scomparsa di Toys "R" Us, che ha registrato un calo dei ricavi solo del 7%, quasi la metà rispetto alle previsioni. Ma ha registrato utili superiori del 65% rispetto alle previsioni. Questo grazie al denaro proveniente dal segmento entertainment e licensing di Hasbro - dove ha partnership con Disney e Marvel - e alle vendite di alcuni dei suoi classici come Monopoly (il top hat!).

Gli investitori hanno apprezzato il miglioramento e hanno fatto crescere il titolo del 13%. Con l'avvicinarsi delle festività natalizie, Hasbro potrebbe piazzare le sue anatre di gomma in fila in altri negozi in tempo utile per trarne pieno vantaggio: l'azienda afferma che sta lavorando con nuovi rivenditori per soddisfare la domanda di prodotti che Toys "R" Us assorbiva in precedenza. Se Hasbro ha perso insomma un importante partner di distribuzione in Toys "R"nt Us (più), non è comunque affondata. L'azienda ha attraversato la tempesta superando le aspettative. I bambini vogliono ancora costruire dinosauri da Play-Doh (ovviamente) - Hasbro ha appena dovuto navigare un nuovo modo di ottenere il Play-Doh, insieme a Action Man, G.I. Joe e il resto, alle masse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400