Tempi incerti ma musicali
per Goldman Sachs

Redazione Web
Tempi incerti ma musicali per Goldman Sachs

David Michael Solomon, 56 anni, da pochi giorni presidente e direttore operativo di Goldman Sachs, la sera si trasforma in DJ D-Sol e va a fare il deejay a New York. Dice che ci vogliono passioni diverse dal lavoro. Ma gli ci vorrà sicuramente anche molto lavoro per risollevare il colosso delle merchant bank mondiali dai risultati del secondo trimestre di martedì che hanno depresso le aspettative degli investitori. La potente banca d’affari ha ridotto le sue attese di crescita. Il calo delle azioni Goldman è forse dovuto al fatto che la banca non ha approfittato del boom del trading come hanno fatto alcuni dei suoi concorrenti. La debolezza di Goldman è stata ad esempio la forza di JpMorgan, il che significa che c'era del business da fare. Infatti il prezzo di Goldman è sceso del 9% circa quest'anno, più di quello di Morgans (JP e Stanley) e Bank of America - che hanno tutti tratto maggiore vantaggio dal trading. E dunque, il ricambio al vertice potrebbe innescare una nuova strategia per la banca, come il passaggio a un'attività orientata al consumatore (ad esempio, conti bancari personali e carte di credito). Il che non è nell’attuale repertorio di strumenti di Goldman di trucchi, è potrebbe essere un impegno costoso e di lungo periodo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400