Lo sfidante Netflix stavolta
le prende sul ring della tv

Redazione Web
Lo sfidante Netflix stavolta le prende sul ring della tv

Netflix fa sempre paura, ma adesso un po’ meno. Nel secondo trimestre dell’anno la webtv più forte del mondo è cresciuta meno delle promesse e le sue quotazioni sono crollate del 13%. Ha aggiunto poco meno di 700.000 abbonati negli Stati Uniti e circa 4,5 milioni in altre parti del mondo mentre gli investitori si aspettavano 1,2 milioni negli Stati Uniti e 5,1 milioni a livello internazionale. A peggiorare le cose, l'azienda ha detto che prevede di aggiungere solo 5 milioni di nuovi abbonati nel prossimo trimestre, molto lontano dalla stima di 6 milioni di investitori. Alcuni analisti hanno pensato che Netflix potrebbe deludere perché il suo contenuto originale è stato "sottotono" di recente. Ma cosa sta succedendo, in sostanza? Semplicemente che la concorrenza è in aumento e Netflix, che ha deciso di aumentare i prezzi medi del 14% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, potrebbe aver indotto alcuni abbonati a passare a servizi concorrenti come Hulu, HBO GO o il servizio di streaming video di Amazon. E la concorrenza nel mondo dello streaming online è destinata a intensificarsi con il rafforzamento dei cataloghi digitali da parte delle aziende.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400