Amazon, il successo di Prime Day
manda il tilt il sistema

Redazione Web
Amazon, il successo di Prime Day manda il tilt il sistema

Amazon travolta dal proprio stesso trionfo. Allo scoccare dell'ora di inizio del Prime Day, la grande promozione di lunedì 16 e martedì 17 luglio, infatti, i sistemi del colosso dell'e-commerce sono andati parzialmente in tilt sotto l'onda d'urto della massa di shoppers a caccia di occasioni, specie negli Stati Uniti, ma problemi si sono registrati un po' in tutto il mondo, Italia inclusa. «Alcuni clienti stanno incontrando difficoltà nello shopping, stiamo lavorando per risolvere il problema rapidamente. Molti stanno acquistando con successo, nella prima ora di Prime Day negli Stati Uniti sono stati ordinati più prodotti rispetto all'anno scorso» ha scritto Amazon su Twitter. Anche in Italia diversi utenti, mentre tentavano di accaparrarsi tv, scarpe, frullatori, pollai in legno al massimo sconto, hanno visto apparire la sconfortante scritta “Siamo spiacenti, il traffico è al momento insolitamente intenso. Riprova tra qualche momento”. Tornando agli States, epicentro dei problemi del sistema Amazon in occasione di Prime Day, a incepparsi non è stato solo il mero processo di acquisto, ma anche l'assistente digitale Alexa attivato a voce tramite gli altoparlanti Echo e lo streaming dei Prime Video. A quanto pare Amazon non era preparata a un successo così clamoroso: nelle prime tre ore di Prime Day la spesa dei suoi clienti è aumentata del 54% rispetto al 2017. Amazon Web Services, la divisione di cloud-computing, ha lamentato problemi globali con AWS Management Console, uno dei suoi tools, utilizzato dai siti web di migliaia di grandi aziende. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400