GDPR, proteggi i nostri dati
(e liberaci dalle sanzioni)

Riccardo Venturi
GDPR, proteggi i nostri dati (e liberaci dalle sanzioni)

Tremano le aziende ancora impreparate all’imminente entrata in vigore del nuovo Regolamento. Ma non mancano le lacune normative, come ci spiega un membro del gruppo UE di sviluppo del nuovo codice

Adeguarsi in fretta alla normativa per evitare multe tra il 2-4% del fatturato consolidato annuo. È l’imperativo categorico in vista dell’entrata in vigore il prossimo 25 maggio del GDPR (General Data Protection Regulation). Con il “Regolamento generale della protezione dati” che in Italia sostituirà il Codice della privacy, la Commissione europea intende rafforzare la protezione dei dati personali dei cittadini dell’UE. Imponendo alla Pubblica Amministrazione ealle imprese che gestiscono dati personali, incluse le Pmi, una serie di regole nuove e...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400