E POI IL PIACERE...

L’arte di mixare
nella milano da bere

Dal mitologico Negroni sbagliato del Bar Basso al Provence Collins del Pandenus: il “bere bene” è il nuovo must nel food&beverage. Ma i costi per avviare il business sono elevati e per i profitti (dal 12 al 15%) serve tempo

Marco Scotti
L’arte di mixarenella milano da bere
Stanchi di bere drink annacquati e con liquori scadenti? Stufi di selezionare sempre le solite due bevande? Ora c’è un’alternativa e, neanche a dirlo, parte da Milano. Si chiama “Mixology” ed è una vera e propria arte nel mondo delle bevande alcoliche e non. L’assunto è semplice: se gli italiani ormai da tempo – complici le molteplici trasmissioni televisive – hanno capito che il mangiar bene è necessario anche a costo di sacrificare qualche euro in più, perché non provare...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400