Per lavorare nel luxury serve empatia e un'attitudine al bello

Allineamento valoriale e una propettiva centrata sulla qualità: sono le particolari skill richieste dal colosso del lusso Richemont. Che ai suoi dipendenti offre la possibilità di lavorare nei suoi diversi brand

Redazione Web
Per lavorare nel luxury serve empatia e un'attitudine al bello
Un eccellente percorso accademico, l'attitudine al bello, l'allineamento ai valori della holding che riunisce numerosi marchi del lusso tra i più celebri. E ancora, un'intelligenza situazionale e quindi empatica e comunicativa, oltre a esperienze significative anche al di fuori dell'ambito universitario. Sono i tasselli che compongono l'identikit di chi può aspirare a entrare in Richemont, la grande casa che riunisce brand quali Montblanc, Cartier, Van Cleef & Arpels, Baume&Mercier... «Il nostro è un mondo variegato che va dalla gioielleria agli...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400