STARTUP-TELLING

Il diario digitale nato per gioco
ma che adesso “va in cattedra”

Si chiama We Students la startup fondata dal ventenne Giorgio Morelli. L’app che ha sviluppato col suo gruppo è già in vetta alle classifiche di download

Marina Marinetti
Il diario digitale nato per gioco ma che adesso “va in cattedra”
Perché la scuola non può essere innovativa, social e user-friendly? Se avete una qualche dimestichezza con quell’obbrobrio del sedicente registro elettronico (che in realtà è digitale) vi siete già risposti da soli. A Milano si dice ofelè fa il tò mesté (pasticciere, fai il tuo mestiere): chi, meglio degli studenti, può sviluppare un’app dedicata alla scuola? È quello che ha pensato Giorgio Morelli, torinese, classe 1998 (il che significa avere alle spalle appena due decenni di vita), fondatore e ceo...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400