Il radar per la sicurezza degli anziani

Redazione Web
foto grampit

Si chiama Gramp.it e monitora i comportamenti a casa

Quando le persone cui vogliamo bene invecchiano, la prima preoccupazione è che continuino a essere autosufficienti anche nello svolgimento di quelle piccole cose che compongono la vita quotidiana: assunzione di farmaci, fare la spesa, e anche, perché no, ricordarsi di prendere le chiavi di casa quando si esce. Per ricordare alle persone anziane cui i parenti non possono prestare attenzione 24 ore al giorno – ma che non vogliono ancora affiancare loro personale sanitario o badanti – è nato Grampit, un sistema composto da diversi device che consente di monitorare la vita di ogni giorno di un anziano. Grampit si compone di sensori, videocamere e assistenti vocali che inviano costantemente i dati a smartphone e tablet dei familiari. Così, è possibile vedere le attività dell’anziano, istruire la voce perché a orari stabiliti gli ricordi di assumere i farmaci o di prendere le chiavi se esce di casa, sapere se ha bisogno che venga fatta la spesa. Inoltre, in caso di emergenza, Grampit può inviare un segnale d’allarme ai dispositivi dei familiari che possono così intervenire in fretta, chiamando i soccorsi o recandosi di persona a casa del proprio parente. Questa app è quindi un efficace strumento per aiutare l’anziano nello svolgimento delle incombenze quotidiane, mantenendo comunque un grado di autonomia che permette di condurre una vita dignitosa e senza aiuti esterni. Tra le funzionalità di Grampit c’è anche quella di segnalare eventuali veglie insolite o qualsiasi altro evento importante che viene prontamente comunicato ai parenti. Infine, il sistema è in grado di localizzare l’anziano quando esce di casa.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400